Milano espugna il Palaruffini,e conquista la sesta vittoria consecutiva.

30557274202_9de179a6fc_z

In un PalaRuffini praticamente sold-out l’anticipo del mezzogiorno della sesta giornata di andata mette di fronte due dei migliori attacchi dell’intero campionato, vale a dire Torino e l’Olimpia Milano. Quest’ultimi dopo la cocente sconfitta in Eurolega in casa del Brose Basket, sono chiamati ad un pronto riscatto per inanellare la loro sesta vittoria consecutiva in campionato, mentre i ragazzi di Coach Vitucci hanno bisogno di punti per uscire dalla parte bassa della classifica.

Nonostante sia il quarto miglior attacco del campionato Torino è anche la peggior difesa della Serie A, e lo si nota nel primo periodo gioco dove concede ben 30 punti agli uomini di Repesa. Ottimo l’impatto di Ricky Hickman in questa prima frazione, ben coadiuvato da un solido Gentile, Torino si affida all’estro e alle giocate del duo Washington-Wilson, ma è un bel canestro su rimbalzo offensivo di Mazzola a far chiudere i padroni di casa sotto di 4 lunghezze dopo la prima sirena (26-30).

Nei primi minuti del secondo periodo nonostante l’uscita per infortunio di Wilson arriva la reazione degli uomini di Vitucci, che si aggrappano alle giocate di White, e all’intensità del giovane Alibegovic, dall’altra parte McLean incomincia a far valere la sua fisicità sotto le plance, ma Repesa deve chiamare Time-Out per parlarci su, sul 39-39. Al rientro dal minuto di sospensione è Torino a comandare le operazioni grazie al solito White, Milano inizia a stringere le maglie in difesa e ad attaccare con più fluidità, nonostante un periodo di gioco con errori da ambo le parti, e grazie alle giocate di Dragic e Gentile chiude il secondo periodo avanti di 6 lunghezze(51-57).

Nel terzo periodo rientra Wilson per i padroni di casa, le percentuali al tiro di Milano si abbassano e si moltiplicano gli errori degli uomini di Repesa nella costruzione del gioco, ne approfittano i padroni di casa che con le giocate di un positivo Harvey si riportano sotto di due lunghezze (62-64) prima del time-out di Repesa per spegnere un eccessivo nervosismo dei suoi. Al rientro dalla mini pausa è “Kruno” Simon a guidare i suoi ,con 5 punti di fila. Ma White e Washington sono di un altro parere e grazie alle loro giocate nel verniciato fanno esplodere il PalaRuffini portando i padroni di casa sul meno due(71-73).

Nei primi due minuti dell’ultimo quarto Milano esaurisce subito il Bonus, ne approfitta Torino per impattare a quota 73 in quella che sarà una lunga volata finale. Milano sembra incominciare a calare fisicamente, mentre Torino mette tutto quello che ha in corpo nella fase difensiva, ma alle “bombe” di Harvey e Wilson rispondono Mclean e Sanders nel pitturato con il cronometro che segna 3:28 da giocare siamo sul +2 Torino. Harvey continua a segnare dalla lunga distanza, ma nel ribaltamento di fronte Radulijca incomincia a far valere la sua stazza, inizia un vero e proprio botta e risposta anche a livello di contatti, con Mazzola che prima del quinto fallo personale fa impazzire il Palaruffini con una giocata che impatta il punteggio a quota 90. Sander, e Radulijca con le loro giocate consegnano poi un buon vantaggio a Milano a pochi secondi dalla fine(93-98). Torino ci crede fino alla fine, ma la roulette dei tiri liberi consegna la sesta vittoria consecutiva a Milano che espugna il Palaruffini con il punteggio finale di 97-100.

 

Tabellino:

Torino:White 12,Mazzola 7, Poeta 4 ,Fall, Wilson 17, Harvey 28 ,Wright 6, Alibegovic 8 ,Parente, Whasington 15,Vitale ,Okeke.

Milano:Hickman 11,Abass 6, Pascolo 2, McLean 14, Gentile 9, Sanders 13 ,Fontecchio, Cincarini 6, Kalnietis, Dragic 9, Raduljica 14, Simon 16.

 

30 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *