Home Serie A Michael Bramos: “Vogliamo farci trovare pronti, non ci tireremo indietro per provare a vincere la Supercoppa”
Michael Bramos: “Vogliamo farci trovare pronti, non ci tireremo indietro per provare a vincere la Supercoppa”

Michael Bramos: “Vogliamo farci trovare pronti, non ci tireremo indietro per provare a vincere la Supercoppa”

0

Conferenza stampa via web di Michael Bramos, guardia-ala dell’Umana Reyer Venezia e capitano orogranata, in vista dell’esordio della Reyer nella Eurosport Supercoppa 2020 di domenica 30 agosto nel derby veneto contro la De’ Longhi Treviso Basket al PalaTaliercio di Mestre (palla a due alle ore 18, diretta televisiva e streaming su Eurosport Player).

Le sensazioni per questo ritorno in campo in gare ufficiali dopo 5-6 mesi da quel Brescia – Venezia del 3 marzo di 7 DAYS EuroCup.
“Siamo molto felici di tornare in campo a giocare, è stato molto difficile stare cinque mesi senza giocare, abbiamo lavorato molto duramente in questo mese e abbiamo grande voglia di farci trovare pronti.”

La presenza dei 648 spettatori sugli spalti del PalaTaliercio. Cambia qualcosa emotivamente?
“A noi giocatori piace sempre giocare in arene piene e infuocate. Ringrazio la società per avere dato la possibilità a fare entrare i tifosi, e grazie anche a loro che entreranno per sostenerci. Sapranno essere al fianco della squadra nel miglior modo possibile e sarà importante per la squadra giocare affianco ai propri tifosi.”

festeggiamenti: Michael Bramos

10 giorni fa si affrontarono Venezia e Treviso in uno scrimmage al PalaTaliercio.
“E’ una squadra molto giovane, che corre, che gioca una pallacanestro di alta intensità, ben allenata da un coach che predilige un gioco molto aggressivo e molto veloce. Abbiamo un po’ di familiarità con loro per averli affrontati nello scrimmage, ma avevano diverse assenze rispetto all’anno scorso hanno cambiato diversi giocatori, sono giovani ma non per questo meno agguerriti. Con loro avremo confidenza sul campo direttamente domenica.”

La condizione fisica e mentale di capitan Bramos.
“Mi sento bene, non ero abituato a stare fuori dalla pallacanestro per così tanto tempo, son soddisfatto di come il mio corpo sta rispondendo. Venerdì scorso abbiamo fatto un buon test contro l’Olimpia Milano, partita vera che non sembrava un’amichevole, e il giorno dopo sicuramente ci è costata nel match contro Sassari, dato che non eravamo pronti ad avere un altro match di intensità tale. Eravamo fermi da 5 mesi, sono comunque soddisfatto della condizione della squadra.”

Le difficoltà di 5 mesi lontano dal parquet, e il ritorno della quotidianità con gli allenamenti.
“La parte difficile era trovare una forma fisica per la pallacanestro, ritrovare la routine fisica è stata la parte più tosta in questo mese dove devo ancora lavorare. Positivamente, la normalità ritrovata come tornare ad allenarsi quotidianamente e tornare a stare coi compagni tutti i giorni, provare a dimenticare la quarantena dovendo stare a casa stando lontano dalla routine quotidiana, sicuramente è una cosa impagabile ed è la cosa più bella di questo primo mese di lavoro.”

Dopo gli scudetti (2017 e 2019) e la Coppa Italia (2020), manca solo la Supercoppa come tris italiano nella bacheca di Bramos.
“Sì, l’obiettivo della Reyer è che quando c’è un trofeo in palio, lo si prova a vincere. Non ci tiriamo indietro, è la mentalità del club e quella del nostro coach. Ovviamente non sarà facile perchè dopo cinque mesi di stop ci sono tutte le incognite del caso, alcuni valori si livelleranno all’inizio. Noi daremo il meglio possibile.”