Mens Sana Siena campione? Non si potrà ugualmente salvare

siena, tifosi

Questa sera potrebbe essere la grande ultima notte per la Mens Sana Siena, pronta a sfidare in gara 6 al PalaEstra l’Olimpia Milano per conquistare l’ottavo scudetto consecutivo. Tuttavia la situazione societaria è ben più grave e con ogni probabilità i biancoverdi l’anno prossimo non parteciperanno al massimo campionato di Lega A.

Vi riportiamo qui di seguito un articolo redatto dai colleghi de “La Gazzetta dello Sport”, riguardo la scottante questione:

 

Stasera Siena ha la possibilità di vincere lo scudetto, ma non lo vedrà mai sulle sue maglie. Attesa per il 4 luglio la dichiarazione di fallimento, la fine della Mens Sana Basket arriverà già con la revoca dell’affiliazione Fip se al 30 giugno sarà ancora in liquidazione.

SCENARI Uscirne è uno scenario teorico. Servono oltre 5 milioni per ricapitalizzare subito, più nell’esercizio successivo le risorse per far fronte alle contestazioni del fisco, non meno di 15 milioni: rateizzare non esimerebbe da iscrivere come costo nel prossimo bilancio l’importo intero della sanzione (non la singola rata), cercare un accordo per una soluzione unica potrebbe abbassare l’importo ma non abbatterlo. La lettera di intenti arrivata da tre settimane, a quanto pare della Suisse Gas, è un raggio di luce ma non la panacea: uno sponsor porta risorse per l’anno prossimo, la necessità immediata è un socio che ricapitalizzi adesso. Gli altri contatti veri sono stati 5-6: un fornitore di energia, un paio di grandi nomi del made in Italy, un investitore straniero con business in divenire in regione, ma i discorsi più avanzati sono stati con due multinazionali dell’abbigliamento sportivo, una interessata anche a entrare nel capitale. L’istanza di fallimento ha allontanato tutti. La possibilità di salvare qualche asset–il diritto sportivo, poi almeno le giovanili – è saltata definitivamente il 3 giugno con l’ultimo no della Fip a operazioni di conferimento in una “newco”.

NUOVA AFFILIAZIONE L’unica via è rimasta la nuova affiliazione della casa madre Polisportiva, con speranze di Dnb e sogni di Silver, con copertura supportata da uno sponsor su cui vige la clausola di riservatezza. C’è anche l’idea di sviluppargli intorno un progetto più ampio legato al rilancio della Basket City, per riportare la Mens Sana in alto in tempi brevi. Da qui possono riprendere i contatti sospesi, e proseguire quelli con Suisse Gas, il cui buon esito è legato però ad altre forme di business extra-basket. Sempre ripartendo dal basso

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *