fbpx

Made In Italy – Il quintetto italiano della 10ma giornata

Il Quintetto italiano secondo BasketItaly.it , ossia i migliori cinque della giornata che si possono “pescare” tra tutte le squadre. Ecco i nostri fantastici cinque della decima giornata con un 6° uomo.

Andrea De Nicolao (Umana Reyer Venezia). Nella vittoria sulla Dolomiti Energia Trentino il play 28enne nativo di Caposampiero si fa notare per una regia attenta, di grinta, di lucidità. Se Julyan Stone fa fatica contro la difesa schierata, ci pensa “De Nik” a fare vedere la luce alla squadra oro-granata con personalità da vendere. Senza se e senza ma il migliore in campo tra le fila dei campioni d’Italia. Per lui in 20′ sul parquet 11 pti, 4 rimbalzi, 2 recuperi, 2 assist per 17 di valutazione.

Pietro Aradori (Pompea Fortitudo Bologna). Assolutamente decisivo nella vittoria della sua Effe al PalaDesio contro l’Acqua S.Bernardo Cantù. L’uomo della rimonta nella vittoria esterna bianco-blu che vale alla squadra di Antimo Martino il raggiungimento del terzo posto in classifica, seppur in coabitazione. Qualche sbavatura c’è stata – 1/7 da tre – , non ha realizzato il tiro decisivo (quello l’ha messo Maarten Leunen nel supplementare), ma ha segnato 23pti con 6/6 ai liberi e 9 rimbalzi che valgono un solido 28 di valutazione.

Alessandro Gentile (Dolomiti Energia Trentino). In casa dei campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia fa ammattire per un tempo la difesa avversaria trascinandosi la squadra sulle proprie spalle. Ne segna 18 nella prima metà, immarcabile dai suoi rispettivi difensori, prima Chappell, Cerella, Bramos e anche Stone. Poi, come il resto della squadra, non ne ha più e non si dimostra così incisivo nella ripresa quando non segna anche se Trento senza Craft non ha molte altre frecce al suo arco. Ma il match da 29 di valutazione con 24pti, 7 falli subiti, 1 stoppata, 5 rimbalzi e 4 assist, resta.

Simone Fontecchio (Grissin Bon Reggio Emilia). Solidità al potere. Prova molto buona quella dell’ala pescarese nell’anticipo di sabato contro l’Openjobmetis Varese. E’ il più utilizzato da coach Maurizio Buscaglia con 33′ sul parquet del PalaBigi e alla fine risulta Mvp del match. Parte bene, risulta fondamentale nel secondo quarto con 7 punti di fila e nella ripresa con altri canestri e difese positive (3 recuperi e una stoppata). La sua miglior prova in maglia reggiana senza dubbio. 19Pti, 6/10 al tiro con 4/4 dalla lunetta, 4 rimbalzi, 3 assist per 25 di valutazione.

Amedeo Tessitori (De’ Longhi Treviso Basket). Prova molto matura al PalaEur nella prima vittoria fuori casa in campionato di TvB contro la Virtus Roma nonostante i 5 falli commessi, ma è anche vero che lo estromettono a soli 2′ dalla fine a risultato quasi acquisito. Se Logan e Nikolic si prendono la scena con le giocate che spaccano la partita, Amedeo sotto canestro mette in mostra le sue qualità contro un avversario non proprio semplice come Davon Jefferson. Alla fine sfiora la doppia doppia per un rimbalzo (10 pti e 9 carambole catturate) aggiungendo 2 recuperi, 1 stoppata per 15 di valutazione.

6° Uomo Tommaso Laquintana (Germani Basket Brescia). Sta continuando a crescere questo ragazzo pugliese. Dalla panchina continua a dare energia e mettere quella personalità che coach Vincenzo Esposito pretende. L’attenzione era quella giusta nel match vinto largamente contro la Carpegna Prosciutto VL Pesaro e non si può non menzionare la sua prestazione: 10pti, 5/6 al tiro, 5 rimbalzi, 5 assist e 3 falli subiti per 19 di valutazione.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata