Home Serie A #LBA20/21. Scopriamo oggi la Pallacanestro Varese

#LBA20/21. Scopriamo oggi la Pallacanestro Varese

0

La Pallacanestro Varese 2020/21 si presta a essere la mina vagante del campionato. Squadra ormai già dichiarata a voler un posto nei play-off che mancano dal 2018 quando allora si avevano i miglior Stan Okoye, Aleska Avramovic e Tyler Cain, grandi protagonisti di quell’annata.
Openjobmetis che arriva a questo campionato con l’80 % del roster rinnovato applicando il modulo 5+5, modulo che a Varese non si vedeva da qualche anno. Varese che nelle prime uscite stagioni di Supercoppa ha fatto ben capire come il suo gioco sia improntato su Luis Scola. Sia con Brescia, Cantù e Milano l’argentino ha confezionato la bellezza di 20 punti a partita con alcune giocate che riescono solo a Luis Scola.

OBIETTIVI
Come citato sopra Varese vuole i play-off e li vuole anche con abbastanza sicurezza prima della fine del campionato, la squadra non vuole come tutti gli anni trovarsi li tra il 9° e 8° posto ma vuole la sicurezza assoluta di entrarci mirando a 6 ° o 7 ° posto. Altro a obiettivi di classifica Varese con l’arrivo di Scopa vuole avere un plus anche in ambito economico con la vendita della magliette con il nome del numero 4 sulla schiena.

IN CAMPO
Il quintetto base sarà composto da Michele Ruzzier, Toney Douglas, Arturs Strautins, Denzel Andersson e Luis Scola.
Ruzzier dopo anni a Cremona decide di tornare alla corte del GM Andrea Conti come ruolo di playmaker titolare, alla prima esperienza dopo esser stato la riserva di Travis Diener a Cremona. Era da anni che a Varese non si vedeva un playmaker italiano titolare. Toney Douglas alla prima vera esperienza con Varese dopo che a febbraio causa Covid-19 è stato chiuso tutto, a lui il compito di essere il bomber della squadra, giocatore che vanta esperienza in NBA e Eurolega.
Strautins non viene da una stagione facile, prima a Trieste da Dalmasson e poi a Udine in A2. Questo anno può essere per lui l’anno della conferma delle sue qualità anche vista la sua giovane età.
Andersson giocatore svedese alla prima in Italia, giocatore bravo dall’arco e bravo nell’entrare in area e poggiare al tabellone.
Scola giocatore senza bisogno di presentazioni, campione su tutti i fronti all’età di 40 anni. Un vero campione.

PANCHINA

La panchina è composta da Giovanni De Nicolao fratello di Andrea, Ingus Jakovics che qua a Varese conosciamo bene, Niccolò De Vico scappato da Cremona assieme al suo fedele amico Ruzzier, il Capitano Giancarlo Ferrero giunto alla quinta stagione a Varese e Antonhy Morse, giocatore possente anche lui alla prima in A1 dopo Imola in A2.

COACH E STAFF

Veniamo ora al tema caldo di questo settembre varesino, notizia fresca fresca l’innaspettato esonero di Coach Attilio Caja dopo 3 anni e mezzo alla guida della squadra lombarda, a monte sembra comportamenti del Coach pavese poco piaciuti alla dirigenza di Piazza Monte Grappa e il rapporto mai decollato con Luis Scola, uno su tutti ad aver preso questa scelta è stato Toto Bulgheroni che ha recentemente dichiarato du aver preso lui di petto questo scelta. In attesa di notizie ufficiali il successore du Caja dovrebbe essere con ogni probabilità il veterano azzurro Massimo Bulleri che a Varese ha passato 1 anno da giocatore e fino alla passata stagione fece proprio il vice di Caja. Confermatissmi il vice Cavazzana e l’assistente Seravalli assieme a tutto lo staff passando da Barnabà, Bianchi e Zonca.