Home Serie A LBA: 9° giornata della Serie A UnipolSai, la presentazione delle sfide del weekend
LBA: 9° giornata della Serie A UnipolSai, la presentazione delle sfide del weekend

LBA: 9° giornata della Serie A UnipolSai, la presentazione delle sfide del weekend

0

Nona giornata di LBA: a punteggio pieno in vetta alla classifica troviamo l’Olimpia Milano seguita a soli due punti dalla sempre più sorprendente Happy Casa Brindisi, capace di vincere nell’ultimo turno di campionato sul difficile campo di Sassari. Nelle retrovie è bagarre: appaiate a quota 4 troviamo Trieste, Cantù, Cremona, Roma e Brescia. Fanalino di coda la Fortitudo Bologna di Meo Sacchetti con una sola vittoria.

Nono turno in cui andranno di scena 6 delle 8 partite in programma: la Legabasket Serie A ha infatti disposto il rinvio di Allianz Pallacanestro Trieste – De’Longhi Treviso Basket e Vanoli Basket Cremona – Banco di Sardegna Sassari. La decisione arriva in seguito all’assenza a causa Covid di un numero minimo di giocatori tra le fila dei giuliani e dei lombardi.

Domenica 22 Ottobre

A|X Armani Exchange Milano – Umana Reyer Venezia (Mediolanum Forum, ore 16:00, Eurosport Player)

Arbitri: Lanzarini, Giovannetti, Grigioni

Gara di alta classifica al Mediolanum Forum. Doveva essere il big match della giornata quello tra i meneghini e i lagunari, invece, a causa delle diverse defezioni in casa Reyer rischia di diventare una partita dal destino già segnato. Gli orogranata saranno chiamati agli straordinari per provare ad espugnare il parquet delle “scarpette rosse” contro un’Olimpia che, si ha dimostrato qualche piccola vulnerabilità in settimana in Eurolega, ma in campionato non vuole fermarsi e continuare la sua marcia impetuosa fatta fino ad ora di 8 vittorie e 0 sconfitte. Gli uomini di Messina si troveranno ad affrontare una squadra, l’Umana Reyer Venezia, costretta a partire per Milano con solamente 8 effettivi, tra cui i giovani Casarin, Possamai e Biancotto. Coach De Raffaele non potrà contare sull’apporto di cinque atleti, rimasti in isolamento fiduciario a causa Covid, oltre ai lungodegenti Mitchell Watt e Valerio Mazzola, fermi ai box per problemi fisici. Recuperato Malcom Delaney, tornato finalmente a pieno regime, la formazione lombarda si presenterà all’appuntamento al completo e con tutti i favori del pronostico. Gara numero 95 tra Milano e Venezia in Serie A, con un bilancio di 71 vittorie per i biancorossi e 23 per gli orogranata. Per l’Olimpia la ghiotta occasione di sfatare quel tabù che vede Milano, in campionato, a secco di vittorie in casa contro Venezia dalla stagione 2016/17.

Acqua San Bernardo Cantù – Virtus Roma (PalaBancoDesio, ore 17:00, Eurosport 2 e Eurosport Player)

Arbitri: Paternicò, Nicolini, Valzani

Sfida salvezza al PalabancoDesio tra i padroni di casa dell’Acqua San Bernardo Cantù e la Virtus Roma. Entrambe le squadre, appaiate a quota 4 nei bassifondi della classifica, vogliono riscattarsi dalle ultime uscite incolori e trovare una vittoria che dia un po’ di respiro e morale. I brianzoli arrivano all’appuntamento in affanno a seguito della lunga pausa dovuta ad un focolaio da coronavirus e dopo aver disputato due partite in appena 4 giorni. I capitolini, alla seconda trasferta consecutiva dopo la gara di domenica scorsa contro Varese, vogliono ritrovare il successo fuori dalle mura amiche e per provarci si affidano al “pacchetto italiani”, che negli ultimi incontri sta ben figurando. Tommaso Baldasso (14.9 punti, 5.2 rimbalzi e 6.3 assist di media a gara) e Luca Campogrande (11.9 punti, 2.4 rimbalzi e 0.9 assist a partita in 7 apparizioni) saranno i “fari” di un attacco, quello di coach Bucchi, che fatica a produrre gioco. I biancoblu si affideranno all’esperienza di Jaime Smith per provare ad uscire dal momento complicato. La Virtus avrà regolarmente a disposizione sia Cervi che Farley, con Gerald Robinson ancora fermo ai box; la compagine allenata da Pancotto non potrà contare sul veterano Marteen Leunen, out per infortunio. Sfida numero 93 tra Cantù e Roma: precedenti che vedono i capitolini avanti con 50 successi contro i 42 dei brianzoli.

Fortitudo Lavoropiù Bologna – Virtus Segafredo Bologna  (Unipol Arena, ore 18:00, Eurosport Player)

Arbitri: Sahin, Borgioni, Dori

Derby numero 107, il terzo della stagione dopo i due giocati in Supercoppa e vinti entrambi dalla squadra in trasferta, 1 a 1 il bilancio. Diversi problemi in casa Effe che si avvicina alla sentitissima sfida con diversi forfait: oltre al lungodegente Happ non saranno della partita per problemi fisici Pietro Aradori e Matteo Fantinelli. Gli uomini di Sacchetti vogliono sfatare il tabù che vede la Virtus vittoriosa negli ultimi 3 incontri tra le due squadre in campionato e per farlo dovranno riuscire a sopperire all’assenza del suo lungo e contenere la furia di Julian Gamble nel pitturato: nel primo atto del derby in Supercoppa il centro delle V nere trascinò i suoi alla vittoria con una prestazione da 15 punti (71% da due), 10 rimbalzi, 3 stoppate e 7 falli subiti, per una valutazione finale di 25. Adrian Banks, a 14 punti da quota 3000 in Serie A, dovrà caricarsi la squadra sulle spalle per tentare l’impresa di conquistare, alla vigilia, un’insperata vittoria e ad affiancarlo, nell’arduo compito, ci sarà quel Wesley Saunders, pedina fondamentale nello scacchiere dell’allenatore pugliese. Notizie positive per coach Djordjevic che dovrebbe aver recuperato Stefan Markovic dal problema al gomito; l’allenatore serbo potrà fare della sua ampia rotazione un’arma in più nella gara. Bilancio totale delle vittorie a favore della Virtus per 60 a 46 sulla Effe.

Dolomiti Energia Trentino – Openjobmetis Varese (BLM Group Arena, ore 19:00, Eurosport Player)

Arbitri: Bartoli, Quarta, Pierantozzi

Out Luke Maye, in forte dubbio JaCorey Williams, si prospetta una serata non facile per Trento sotto le plance. Gli uomini di Brienza saranno chiamati ad arginare la verve offensiva di Luis Scola, miglior marcatore del campionato con 23.2 punti a gara e contrastare la “garra” di Arturs Strautins, quinto nella speciale classifica dedicata ai rimbalzi catturati a gara con oltre 8 di media. Se il lungo dell’Alabama non dovesse essere della partita, l’Aquila riproporrà per tratti del match Kelvin Martin nell’inedito ruolo di “5”. Giocatore energico e grande combattente, l’ex Brindisi fa della difesa una delle sue armi migliori. Come ha dimostrato nel posticipo dell’ultima giornata di campionato contro Brescia, l’ala di Brienza riesce, grazie al suo atletismo, anche a fronteggiare e punire atleti di maggior taglia fisica. I bianconeri faranno affidamento su Gary Browne per provare a conquistare il terzo successo consecutivo in campionato: il playmaker portoricano, autore di una prova da 30 punti, 8 rimbalzi e 10 assist nell’ultimo turno di Eurocup, è sempre più leader di un gruppo che, dopo le difficoltà iniziali, sembra avere trovato i giusti meccanismi e la giusta quadra anche per merito della regia e del talento del suo numero 9. La Openjobmetis vorrà dare continuità alla successo dello scorso weekend e per farlo dovrà vincere a Trento per la prima volta nella sua storia: i biancorossi, infatti, nei 5 incontri disputati non sono mai riusciti ad espugnare la BLM Group Arena. Negli 11 precedenti tra le due squadre sono 7 le vittorie dell’Aquila e 4 quelle di Varese.

Happy Casa Brindisi – Germani Brescia (PalaPentassuglia, ore 19:30, Eurosport Player)

Arbitri: Martolini, Di Francesco, Belfiore

Brindisi contro Brescia: partita dagli stati d’animo differenti quella che andrà in scena al PalaPentassuglia. La Happy Casa, nei piani altissimi della classifica, vuole continuare a stupire; la Germani cerca due punti importanti per muovere la classifica e si augura che quella di domani possa essere la partita che cambi il volto di una stagione, fino ad ora, deludente. Come successe nel 2016, quando una vittoria dell’allora squadra di Diana sul parquet brindisino diede il via ad una serie di successi che portarono Brescia dall’ultimo posto in classifica alla conquista, al termine del girone di andata, di un posto nelle Final Eight di Coppa Italia. La Leonessa avrà recuperato le forze e le energie prosciugate nel doppio impegno di Eurocup?.

Per avere chance di trionfo gli uomini di Esposito dovranno aver ricaricato completamente le batterie, che serviranno a tessere la ragnatela difensiva per limitare il talento degli esterni di Vitucci. La prima bocca di fuoco di Brindisi è D’Angelo Harrison: la guardia americana sta viaggiando ad una media di 20.3 punti, 3.9 rimbalzi e 4 assist a gara e se si accende sul parquet di casa diventa incontenibile per gli avversari e positivamente contagioso per i compagni. Rientrerà nelle rotazioni biancoazzurre dopo lo stop Derek Willis, la rivelazione più bella di questa prima parte di stagione che, con la media di 12.4 punti, 9.6 rimbalzi e 2.1 assist ad allacciata di scarpe, dimostra di poter essere uno di quei giocatori che possono ambire al premio di MVP della stagione. Nelle otto gare giocate a Brindisi, Brescia è uscita vincitrice in cinque occasioni. La Happy Casa ha vinto entrambe le sfide giocate nella scorsa stagione. Sono nove i precedenti tra i due allenatori, con Vitucci in vantaggio 6 a 3 su Esposito.

Carpegna Prosciutto Pesaro – UNAHOTELS Reggio Emilia (Vitrifrigo Arena, ore 20:45, Rai Sport/Rai Sport HD, Eurosport Player)

Arbitri: Mazzoni, Bettini, Galasso

Reggio Emilia torna in campo dopo quasi un mese e fa visita all’agguerrita Carpegna Prosciutto Pesaro. La squadra marchigiana, lontana parente di quella vista nelle scorse stagioni, è in piena zona play-off e proverà, sulle ali dell’entusiasmo, a spiccare il volo che vorrebbe dire, in caso di successo e di un’eventuale sconfitta della Reyer Venezia a Milano, balzare al terzo posto nella graduatoria. L’UNAHOTELS vorrà confermare il trend positivo di inizio stagione fatto di 3 vittorie (tra cui quella con la corazzata Virtus Bologna) e 2 sconfitte. Repesa recupera il suo totem Tyler Cain, miglior rimbalzista del campionato con oltre 11 di media a gara; Martino dovrà invece rinunciare a Janis Blums e Ibrahima Cham. Avvincente il duello sull’asse play-pivot: Robinson-Cain da una parte, Taylor-Elegar dall’altra. Quella di domenica sarà la sfida numero 42 tra Pesaro e Reggio Emilia: precedenti leggermente favorevoli ai marchigiani, avanti con 22 successi, contro i 19 degli emiliani.