Home Serie A La Virtus e Pippo Ricci piegano Pistoia, vnere ancora imbattute in casa

La Virtus e Pippo Ricci piegano Pistoia, vnere ancora imbattute in casa

0

Dopo essere tornata al successo anche in EuroCup, la Virtus Bologna riprende a macinare vittorie in campionato per consolidare la propria leadership, battendo al Paladozza l’OriOra Pistoia con un tondo 90-60. Toscani alla quarta sconfitta consecutiva.

Subito una buona partenza della capolista (priva di Julian Gamble, sostituito in quintetto da Marcos Delia), che va in vantaggio di 6 punti prima che Angus Brandt in penetrazione muova anche il tabellino dei toscani. Primo quarto da percentuali ed intensità  ben poco elevate, ma con le Vnere che pian piano riescono ad aumentare ritmi e vantaggio, portandosi anche a +13, prima che Johnson fissi il punteggio dei primi 10 minuti sul 19-8.

Secondo quarto in cui il vantaggio casalingo lievita costantemente grazie anche il bottino di punti messo dagli italiani della Virtus: Baldi Rossi e Ricci. In questa fase sembra che la partita abbia già detto tutto e si stia avviando verso la naturale vittoria della capolista, che si porta anche sul +23, prima che la tripla di Landi riporti Pistoia a meno di 20 pti di svantaggio. A far rumore, in questo primo tempo è l’imprecisione a canestro degli ospiti: con solo 3/13 dall’arco e 1/4 in lunetta.

Al rientro dall’intervallo lungo l’OriOra prova a dare un senso agli ultimi 2 quarti, mettendo subito 5 punti prima che Teodosic dall’arco rimetta in chiaro le cose. Petteway e Salumu portano il distacco a soli 12 punti. Dopo il logico time out chiamato da Djordjevic, una tripla ed un gioco da tre punti di un Gianpaolo Ricci davvero on fire paiono stroncare le velleità di rimonta ospite, che arriva a -11 prima che Pajola metta i tre punti che fanno sì che gli emiliani possano approcciare gli ultimi 10 minuti con un rassicurante +14.

Infatti l’ultimo periodo è di pura gestione per la Segafredo, che gioca soprattutto per aumentare le proprie statistiche ed il vantaggio finale che arriva ai 30 punti finali. Grande prova di forza soprattutto se si considera quanto la partita sia stata vinta grazie alla prestazione splendida dei  comprimari; su tutti l’azzurro Ricci, MVP di serata.