La Sutor va a Siena per la sfida impossibile

Domani, nel posticipo della quattordicesima giornata di andata, va in scena al Palaestra la sfida tra Siena e Montegranaro. I padroni di casa tornano in Toscana dopo la felicissima trasferta di Istambul, dove hanno vinto un match eliquibratissimo contro il Fenerbache dei tanti ex, Pianigiani in primis. Il più in forma è senz’altro il play Bobby Brown, reduce da una prestazione monstre in Eurolega con ben 41 punti messi a segno (suo massimo in carriera, ndr).

Con queste premesse le possibilità di un risultato positivo per la Sutor sembrano davvero pochissime. E lo stesso Coach Recalcati, anche lui un ex, è sembrato dello stesso avviso. A Siena il vero obiettivo è quello di scoprire se finalmente la sua squadra abbia capito che se vuole salvarsi, ogni settimana, sul parquet deve scendere con l’atteggiamento visto a Pesaro e non quello mostrato nella gara interna con Cantù.

Avendo di fronte una squadra con un roster cosi ampio sarà dura pareggiare l’intensità dei padroni di casa, ma un dato statistico fa capire meglio la differenza tra i due roster: Siena ha la miglior difesa (64.3 punti subiti di media) mentre Montegranaro è la peggiore della classe con ben 85.5 punti subiti.

Passando ai singoli, nei marchigiani, dopo settimane di utilizzo con il contagocce potrebbe essere la gara del lettone Freimanis che dovrà vedersela con il centrone italiano di origine congolese Benjamin Eze. Una sfida intrigante potrebbe scaturire, sempre nel pacchetto lunghi, tra il georgiano-volante Sanikidze e il redivivo Burns: due giocatori che fanno delle porprie capacità fisiche il proprio cavallo di battaglia, ne vedremo delle belle!

Interessante anche la sfida diretta tra i due play, Brown e Steele, che arrivano entrambi a questa gara con alle spalle una prestazione più che positiva. Sicuramente il senese ha più esperienza, ma chissà se questo non sarà uno stimolo ulteriore per il buon Ronald.

Chiudiamo con un altro dato statistico relativo a queste due squadre: nei precedenti campionati di serie A, Montegranaro ha vinto una sola volta (20/1/2008 Premiata-Montepaschi 89-84), mentre Siena ha portato a casa già 13 volte la posta in palio (2 delle quali in Coppa Italia) ed ha una striscia aperta di 10 vittorie consecutive.

Ecco le parole di Recalcati nella conferenza stampa pre-gara:

“E’ stata una settimana meno lineare rispetto alla scorsa, abbiamo patito qualche problema fisico, da un risentimento per Di Bella, a qualche dolore per Slay alle ginocchia; inoltre ieri ci sono stati problemi per Johnson e Mazzola, che in questi due giorni si alleneranno a parte, ma ci saranno. Purtroppo questo ha causato delle complicazioni nella gestione degli allenamenti, in cui li abbiamo dovuti risparmiare. Siamo andati avanti nel programma tecnico, abbiamo ribadito dei concetti per semplificare il gioco offensivo, dando la possibilità alla squadra di assorbirli, migliorando alcune situazioni. In difesa stiamo facendo progressi nelle situazioni di mismatch, non siamo abbastanza aggressivi, ma stiamo migliorando, soprattutto quando ci troviamo coi lunghi attaccati dai piccoli. Col tempo siamo migliorati in attacco, abbiamo ridotto il numero di schemi, lasciando che i giocatori ci mettessero qualcosa di loro. In difesa invece dobbiamo lavorare di più con regole più rigide. Ma, considerati i nostri obiettivi, permettere ai giocatori di concentrarsi in difesa e lasciarli fare in attacco, sicuramente li aiuta a crescere.  Da oggi iniziamo a lavorare in ottica Siena. Vedremo cosa fare difensivamente, loro hanno grande fisicità, e per noi le squadre così sono un problema, dovremo essere pronti. Stanno trovando equilibri, hanno un play che gioca molto per sé rispetto a quelli precedenti, mentre la guardia gioca di squadra molto più che uno contro uno, ma sono sempre loro, stasera (venerdì) giocheranno in Eurolega ma sono abituati a giocare ogni tre giorni e quindi non credo che questo li limiterà. Le loro rotazioni sono fisse, e così non soffrono il doppio impegno. Penso che non vorranno perdere altri punti, e noi vedremo di costruirci qualche chance di vittoria, e soprattutto vedremo quanto siamo cresciuti rispetto ad altre prestazioni fatte contro squadre di stessa fascia come Cantù e Varese, che avevano fisicità maggiore della nostra”. La partita di Siena arriva dopo la bella vittoria di Pesaro, ma Recalcati precisa: “Non basterà una prestazione come quella con la Scavolini, questa è una squadra più fisica e forte. Da Cantù a Pesaro credo che la differenza non sia stata solo nostra, ma anche di avversari. Siena, come Cantù, non ti permette nulla, Pesaro invece, come noi, qualcosa concede. Inoltre bisognerà vedere se Siena ci permetterà di giocare come abbiamo fatto con Pesaro. Sarà interessante” conclude “vedere se riusciremo ad alzare l’asticella e fare le stesse cose contro una squadra con una difesa di un altro tipo. Dovremo alzare intensità e forza mentale”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *