Home Serie A La Juvecaserta sbadata e molle in difesa, lascia passare una Pistoia incerottata ma tenace e caparbia.

La Juvecaserta sbadata e molle in difesa, lascia passare una Pistoia incerottata ma tenace e caparbia.

0

Alex Kirk

E’ stato un match molto equilibrato e giocato punto a punto per 25 minuti, dopodichè gli uomini di Enzino Esposito sono stati più abili nel trovare giocate offensive efficaci ed imbrigliando gli uomini di Dell’Agnello con una difesa attenta ed arcigna. Nelle file di Caserta da segnalare una prova incolore di Bobby Jones e confusionaria di Peyton Siva. Ottime invece le prestazione di Alex Kirk e Knowles per Pistoia

PRIMO QUARTO. Dell’Agnello manda in campo il quintetto: Siva, Ghiacci, Downs, Jones ed Hunt, Esposito risponde con Moore, Knowles, Blackshear, Lombardi e Di Pizzo. È proprio il giovane Di Pizzo a mandare a canestro il primo tiro con un tap-in vincente. Reazione di Caserta, che con Hunt, Ghiacci e Jones si porta sul 7-2.

Pistoia mantiene e si porta prima in parità, poi allunga le distanze con Amato che, appena entrato, spara due triple consecutive. Fa il suo esordio in maglia Juvecaserta anche Uros Slokar, accoppiandosi con l’ex Antonutti. La Pasta Reggia riesce a recuperare lo strappo, arrivando sul -1 dopo le prime marcature casertane di Slokar, arrivate su tiro libero. Un tecnico sanzionato a Cinciarini per proteste riporta nuovamente i toscani in vantaggio (17-21), ma una tripla di Giuri e due liberi di Jones mandano addirittura in vantaggio Caserta, che chiude un primo quarto molto equilibrato 22-21.

SECONDO QUARTO. Knowles dall’arco inaugura la seconda frazione, ma la Juve si rende pericolosa nel pitturato, dove riesce ad entrare con i piccoli ed a creare spazio con il gioco dei lunghi. Un buon break di Moore porta di nuovo le due squadre in equilibrio a quota 29-29. La schiacciata di Blackshear restituisce fiducia ai toscani. I ritmi si abbassano, Bobby Jones dalla linea dei 3 punti significa nuovo sorpasso Juve (37-35). Knowles con una magia accorcia il divario: all’intervallo il tabellone recita 43-40.

TERZO QUARTO. È Hunt ad aprire la ripresa dopo un errore al tiro di Daniele Cinciarini, cui Czyz risponde con un buon movimento in post. Downs regala il nuovo +5 e successivamente Jones regala il massimo vantaggio: 49-42. Pistoia non demorde anzi, grazie a Kirk e Moore, con non poche colpe della difesa bianconera, riportano i toscani sotto, Antonutti sigla la nuova parità a quota 53 dopo un bel gioco a due con Blackshear, e Dell’Agnello ferma il match con un timeout. Due triple di Lombardi mandano in vantaggio Pistoia punendo la Pasta Reggia, che deve inseguire sul 55-59 che praticamente non sarà mai più ricucito da parte degli uomini di coach Dell’Agnello. Un canestro da tre punti di Peyton Siva chiude la terza frazione sul 59-61.

ULTIMO QUARTO.Downs apre l’ultima frazione di gioco, ma i locali sciupano un paio di azioni in attacco, la Giorgio Tesi Group prova la fuga con Czyz (61-67). Knowles punisce nuovamente dalla distanza lunga, e Caserta si smarrisce definitivamnete. In suo aiuto arriva l’ex, Ron Moore, che sorride ironico dopo un fallo fischiatogli su Cinciarini e si becca il tecnico dovendo uscire per 5 falli. Cinciarini trasforma i liberi, il palazzo si riaccende sul 66-70. Knowles e Amato spengono il Palamaggiò, la palla persa da Siva è un pugno allo stomaco per i bianconeri. Dell’Agnello va col time-out sul 70-80 a 2′ dalla fine. Al rientro Cinciarini e compagni ci provano con l’assalto disperato dall’arco, ma il tempo si esaurisce. Termina 88-94.