La JuveCaserta fa 100 e conquista 2 punti d’oro contro Pesaro

Claudio TommasiniLa JuveCaserta batte Pesaro 100-88 con un grande secondo tempo, segnando addirittura 35 punti nell’ ultimo parziale.

I Bianconeri conquistano 2 punti fondamentali in chiave salvezza,  i quali garantiranno alla Juve di gestire con più tranquillità i futuri impegni, ed allo stesso tempo grazie alle sconfitte di Reggio Emilia e Venezia di rilanciarsi anche in chiave play-off. I ragazzi di coach Molin portano a casa una partita importantissima dalle 2 facce. Hannah dopo un pessimo primo tempo dove riesce addirittura a perdere 4 palle, si scrollà da dosso i fischi e realizza ben 17 punti, conditi con assist e palle rubate. Scott è roccioso in difesa mentre a Tommasini non trema mai la mano, realizzano rispettivamente 10 e 17 punti con 4 rimbalzi per l’ americano. Dall’ altra parte Pesaro prova a ricucire lo strappo nel secondo tempo dopo esser stata in vantaggio nel primo ma Turner, Anosike(espulso per 2 antisportivi) devono arrendersi alla Pasta Reggia

 

Starting 5

Pasta Reggia Caserta: Easley, Hannah, Mordente, Brooks, Roberts

Victoria Libertas Pesaro: Turner, Anosike, Petty, Johnson, Trasolini

Musso Bernardo Pesaro

La cronaca in breve: La Juve deve rinunciare a Vitali, che a causa della febbre alta non può essere del match. Pronti e via ed è Pesaro a cercare di allungare, il canestro di Anosike al 5’ vale il 2-8. I bianconeri cercano di riportarsi sotto ma spesso l’ attacco risulta essere inconcludente, all’ 8’ con il 2/2 ai liberi di Michelori è 10-14. Mordente spara una bomba  che vale il 13-14. I padroni di casa chiudono il primo quarto sul 18-15. La Pasta Reggia cerca di tenere sempre Pesaro ad una manciata di punti, ma con la bomba di Musso al 15’ arriva il contro sorpasso marchigiano sul 24-25. Perry ed Anosike mettono in difficolta la difesa casertana, portando la propria squadra sul +6 al 19’. Trasolini segna da sotto ad una manciata di secondi dal finale, ma poco dopo risponde Mordente  a fil di sirena per il 40-45. La Juve ritorna in campo nel secondo tempo con tutta la voglia di ribaltare la partita, prima la schiacciata a 2 mani di Easley e poi la bomba di Brooks, e al 25’ è già 51-51. I marchigiani provano a riportarsi avanti con la bomba di Musso, ma la Pasta Reggia pian piano riesce a cucire un piccolo scarto sugli ospiti, a fine terzo quarto con i liberi di Scott è 65-60. Nell’ ultimo periodo Pesaro spende molti falli( a fine partita usciranno per falli: Johnson,Turner,Petty, e Anosike), mandando spesso i Casertani in lunetta. Al 33’ la bomba di Tommasini, che fa esplodere il Palamaggiò vale il 76-65. Pesaro cerca di ricucire lo strappo e al 35’ il canestro da sotto di Anosike vale il 78-71. Negli ultimi concitati minuti gli arbitri non riescono a gestire bene la partita chiamando prima un fallo tecnico alla panchina casertana che manda Turner in lunetta , il quale realizza ben 4 liberi( 2 per un fallo commesso da Mordente, +2 per il fallo tecnico). Pesaro rientra in partita sul 82-77. Alla Juve però non trema la mano e con Tommasini e i liberi di Mordente si riporta avanti di nuovo con un vantaggio tranquillo nonostante l’ ennesimo fallo tecnico comminato a Easley, al 39’ è 91-84. Giusto il tempo per altre 2 ulteriori chiamate arbitrali( Antisportivo ad Anosike che minaccia Brooks a rimbalzo, che porta all’ espulsione del giocatore pesarese per somma di falli antisportivi e ad un fallo tecnico comminato al casertano), e la tripla allo scadere di Hannah che il match si chiude sul 100-88.

Pasta Reggia Caserta: Hannah 17, Roberts, Mordente 13, Brooks 15, Easley 16, Marzaioli, Marini ne, Tommasini 17, Salzillo ne, Scott 10, Michelori 8. Allenatore: Molin

Victoria Libertas Pesaro: Petty 14, Turner 17, Johnson 9, Trasolini 9, Anosike 18, Terenzi ne, Dordei, Bartolucci 2, Musso 17, Pecile 2. Allenatore: Dell’Agnello

BasketItaly.it  Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *