La Granarolo non sa più vincere, un libero di Cervi la stende

riccardo cervi, reggio emilia

La Grissin Bon Reggio Emilia trova una vittoria fondamentale per la corsa ai playoff, vincendo 71-70 sul campo della Granarolo Bologna. Nonostante fosse la quarta partita in una settimana, la Reggiana si dimostra più lucida nei momenti decisivi e recupera 10 punti negli ultimi due minuti. Valli prova a mescolare le carte e propone due novità nella formazione della Granarolo, con Jordan che è stato reintegrato in squadra al posto di King e Warren che esordisce prendendo il posto in cabina di regia di Ware. Il centro jamaicano è parecchio arrugginito e, nonostante venga cercato spesso, produce poco o nulla. Warren inoltre non ha portato il fosforo necessario, ma se possibile la confusione è aumentata (11 perse all’intervallo e 18 alla fine). La Reggiana sembra accusare la stanchezza solo al momento di realizzare i tiri aperti che costruisce: chiuderà con 7/24 da 3. Gli ospiti, infatti, sono riusciti ad allungare solo quando hanno trovato qualche canestro di fila ad inizio match, altrimenti sono rimasti impantanati in una partita punto a punto, nonostante il buon gioco espresso. La squadra di Menetti ha trovato diversi interpreti nel corso della partita, portando ben 5 giocatori in doppia cifra nonostante il punteggio basso. Dall’altra parte oltre i 27 punti di Hardy (10/13 da 2 e 1/4 da 3) c’è stata poco apporto da parte dei lunghi virtussini, con il solo Ebi in doppia cifra. La Virtus è riuscita a bloccare per lunghi tratti l’attacco di Reggio grazie alla zona 2-3, ma ha pagato non appena si sono alzate le percentuali da 3 degli ospiti. Ancora una volta il problema si è rivelato il playmaking, con l’assenza di regia che si è rivelata decisiva nei minuti finali con la Virtus riesce a bruciare 10 punti di vantaggio. In attacco le scelte sono scriteriate: tripla dall’angolo di Motum e Ebi in sequenza, ignorando Hardy, fin qui caldissimo. Con la partita in parità, Hardy trova un rimbalzo in attacco fondamentale e lo converte in due punti. Kaukenas gioca magistralmente il pick and roll con Cervi e trova la nuova parità sul 70-70. L’ultima azione della Granarolo è l’ennesimo pasticcio, con Ebi che riceve un brutto passaggio, perde palla e commette fallo su Cervi. Il lungo italiano realizza solo un libero, ma tanto basta alla Grissin Bon per portare a casa i due punti.

 

Basketitaly è alla ricerca di un corrispondente da Bologna, se interessati mandate una mail a info@basketitaly.it

 

Tabellino

Granarolo Bologna – Grissin Bon Regggio Emilia 70-71 (20-23; 16-11; 16-19; 18-18).

Granarolo Bologna: Gaddefors, Hardy 27, Luppi ne, Motum 7, Fontecchio 2, Guazzaloca ne, Tassinari ne, Jordan 7, Warren 4, Walsh 13, Ebi 10.

Grissin Bon Reggio Emilia: White 16, Filloy, Gigli 2, Antonutti 2, Bell 2, Frassinetti, Mussini ne, Kaukenas 11, Cervi 13, Silins 14, Pini ne, Cinciarini 11.

MVP: Cervi

Stats
Virtus Bologna: tiri da 2 22/42 (52%); tiri da 3 2/14 (14%); tiri liberi 20/23 (87%). Rimbalzi 42, assist 11, palle perse 18, palle recuperate 4.

Grissin Bon Reggio Emilia: tiri da 2 21/50 (42%); tiri da 3 7/24 (29%); tiri liberi 8/9 (89%). Rimbalzi 36, assist 6, palle perse 10, palle recuperate 9.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *