La Dinamo non ha confini: battuta SIVIGLIA

 

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari si concede il primo sorriso in Europa, batte Siviglia grazie ad un grande Thornton e ad un Ignerski impalpabile nei primi tre quarti ma decisivo nell’ultimo

I primi punti della Dinamo in Europa li segna secondo copione Travis Diener che pareggia l’iniziale vantaggio di Bogdanovic, la temuta sfida contro il giovane Satoransky si tramuta in un incontro a senso unico, dove il play di Fond du Lac fa quello che vuole, forse inferiore fisicamente, ma troppo superiore tecnicamente al play avversario. TD12 segna7 punti consegna 4 assist ai compagni e recupera anche un pallone, il risultato è che la Dinamo riesce a scappare sul 18-13; in maglia Siviglia però non è da meno Asbury che nonostante un ottima marcatura di Thorton riesce a segnare 10 punti. La Dinamo costruisce molto gioco sul penetra e scarica, ma non riesce a concretizzare, causando addirittura 5 palle perse; Sacchetti pensa anche al campionato e fa ruotare tutti i suoi uomini, concedendo solo a Thornton ed Ignerski l’intero quarto; l’entrata in campo di Devecchi permette di far alzare l’intensità difensiva, cosa che anche coach Garcia Renenses ordina ai suoi sul portatore di palla dopo il cambio di Pinton con Travis Diener. Il risultato è che la Dinamo non riesce a scavare un solco consistente e il quarto si chiude dopo l’errore del possibile +10 con la bomba di Bogdanovic del 25 21.

All’inizio del secondo quarto continuano le rotazioni di coach Sacchetti, cambia lo stile di gioco con tanti tiri dalla lunga distanza;  grandinano triple al PalaSerradimigni, Sassari ne mette 4 di fila nonostante l’assenza di Travis Diener in regia, Holland risponde ai padroni di casa e Siviglia rimane sempre attaccata alla coda della Dinamo. Dinamo che difende bene ma che concede troppi secondi possessi e così dopo il 37-33 firmato da Asbury, coach Sacchetti chiama il primo time out della partita dopo 17 minuti di gioco sul 37-33.
Al rientro in campo Thornton dimostra grinta e classe  segnando il +6  e dopo la replica dalla lunetta di Triguero concessa a causa di troppa leggerezza da parte di Diliegro sotto i tabelloni, Drake Diener replica con una tripla al trattamento fisico pesante di Holland.
La Dinamo continua a segnare da 3 punti e sembra in controllo della partita, ma come si pensava prima della gara soffre un po’ sotto canestro e Siviglia riesce a portarsi sul -3 in chiusura di quarto; all’intervallo si va sul 45-42 per i padroni di casa.

Siviglia riparte forte, subito il terzo fallo di Easley e Ignerski e la Dinamo perde lucidità sotto canestro e Triguero si dimostra dominante nel pitturato concretizzando il primo vantaggio ospite nella ripresa sul 45-46. Il live motif del quarto è che Siviglia riesce ad arrivare nel pitturato con troppa facilità e mantiene il vantaggio grazie a questo fattore, in casa Sassari sono Thornton ed un grande Drake Diener a segnare, con Travis Diener che continua a smazzare assist, ma con Sacchetti costretto al time out sul 51-52.
Sacchetti striglia Diliegro in campo al posto di Easley causa falli e il risultati si vedono, subito una stoppata con recupero e poi un gioco da 3 punti che riporta il punteggio in parità, ma la zona ordinata da Sacchetti ha sempre un buco al centro.  Diliegro non eccezionale in difesa, è preciso dalla lunetta segnando il 7\7.
Thornton vuole riscattare la partita di Brindisi e come segna il suo 20esimo punto, ma l’uscita di Travis Diener dal campo coincide con la nuova pressione Sivigliana su Pinton, subito un recupero e tutto da rifare per la Dinamo sul 61-62.
Diliegro mette tanta grinta ma arriva al quarto fallo in chiusura di quarto e le soluzioni di Sacchetti sotto canestro si riducono, settore ampiamente fruttifero per gli ospiti alla fine del terzo quarto segnano punti 28 dei 70 realizzati, il quarto si chiude sul 66-70

 

Ignerski finalmente segna i primi punti della sua partita che valgono il nuovo -2 sassarese, poi è Devecchi  a segnare il meno uno dopo la replica Sivigliana e il PalaSerradimigni diventa una bolgia. Arriva il quarto fallo di Ignerski e Sacchetti è costretto ad inventarsi il quintetto. Dopo la conseuta sofferenza sotto canestro della Dinamo in cui a turno i lunghi Sivigliani si trovano a loro agio, Drake Diener  ristabilisce la parità con la bomba del 74-74 che fa esplodere il tifo Sassarese.
Thornton sembra si trovi all’Adriatic Arena e segna il punto 26 che vale il 79-76 a 4:40 dalla fine.
Ignerski si porta a casa il ferro per l’81 a 78 ma subito Drake Diener non riesce a segnare il +5 e il bonus consumato molto in fretta dai padroni di casa consente a Siviglia fare diversi viaggi in lunetta, ma Ignerski dopo 3 quarti con la virgola sullo score esalta il pubblico di casa con la bomba del +4 a  2:30 dalla fine con Travis Diener che lo segue a ruota per l’86 – 80 destinato però a cambiare con i tiri dalla linea della carità. Bogdanovic a 55″ dalla fine sul 87-82 si stoppa da solo sul ferro e la Dinamo resiste avanti.
Gli ultimi secondi vedono solo il canestro Asbury, ma il punteggio dice che la DINAMO sul 87-84 ha vinto la sua prima gara Europea.
La Dinamo non si è fatta condizionare dall’esordio ed è riuscita a superare i blocchi mentali e nervosi che una prima poteva portare; superato l’adattamento al metro arbitrale, diverso da quello del campionato, Sassari è riuscita ad imporre il suo gioco, trovando le soluzioni dalla lunga distanza che erano mancate Domenica contro Brindisi; unica nota negativa la scarsa presenza sotto canestro che poteva anche portare al tracollo, ma l’esperienza può crescere solo nel campo e ci sono altre 5 partite da giocare. Per ora alla testa del girone ci sono la Dinamo e la Stella Rossa vittoriosa contro Orleans.

BasketItaly.it riproduzione riservata.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *