L’EA7 ospita Siena per rialzarsi subito

Ormai una grande classica degli ultimi anni la sfida tra l’Olimpia Milano e la Montepaschi Siena, spesso avversarie in finale scudetto. Da ormai qualche anno si è accesa una forte rivalità tra le due squadra che sentono particolarmente questa partita. All’andata vinse Milano, che sul campo di Siena non vinceva da 9 anni e diede il via alla striscia di vittorie in trasferta (però non corrisposta tra le mura amiche). Siena invece sta facendo un’ottima stagione dividendo le energie tra Eurolega e Campionato. Ed è proprio in Eurolega che sta facendo una stagione strepitosa con guidando le Top16

nonostante la sconfitta di giovedi contro il Fenerbache privo dell’ex coach Simone Pianigiani. Ed è proprio dall’ultima sfida europea che arrivano le brutte notizie, infatti Daniel Hackett si è fermato nel quarto finale per un problema al tendine d’achille ed è in dubbio per la sfida di domani. Perdita pesante dato lo strepitoso stato di forma del pesarese. Fermo in via precauzionale (ma dovrebbe esserci) anche Benjamin Eze per un risentimento all’adduttore.

Situazione infortuni pesante anche in casa Olimpia, è infatti in dubbio da ieri la presenza di Keith Langford e Malik Hairston. Per il Texano un problema al ginocchio mentre per il capitano problemi alla schiena come spesso successo in passato. I due non si sono allenati e sono in dubbio per domani anche se è possibile che stringano i denti e giochino comunque in quanto la loro assenza contemporanea sarebbe un grosso problema per i milanesi. Non al meglio neanche Gentile ma si è allenato e per nulla al mondo vuole saltare questa sfida a lui molto cara fin dall’incidente dello scorso campionato che lo vide “vittima” di uno scontro di gioco con Stonerook.

Il leader indiscusso della Mens Sana è senza dubbio Bobby Brown che sta vivendo una stagione strepitosa da 16 punti di media rendendosi sempre pericolosissimo dall’arco, cosa a cui gli esterni milanesi dovranno prestare particolare attenzione. Importanti saranno anche i rimbalzi di Sanikidze e i punti di David Moss. Per l’Olimpia il punto centrale sarà saper attaccare bene l’area con Bourousis e servendo in velocità Radosevic ma, vista la situazione fisica dei 2 migliori esterni, servirà grande contributo, difensivo e offensivo, anche da Fotsis (spesso troppo in ombra) e Gentile, che sta facendo molto bene nelle ultime partite. L’Olimpia ha molto da farsi riscattare dopo la brutta figura di Reggio Emilia che ha mosso tante critiche sull’operato della squadra e dell’allenatore che, a questo punto, si gioca buona parte del suo futuro(se non tutta) in questa fase di stagione. Con un solo tesseramento disponibile ogni infortunio diventa una grana a cui è difficile porre rimedio, in questo caso ancora di più vista la cattiva condizione di Gianluca Basile a cui ormai sono riservati pochi minuti e difficilmente risulta incisivo sulla partita.

Ci si aspetta una grande sfida che, in ogni caso, vede Siena favorita che vorrà rivendicara la sconfitta dell’andata.

Palla a 2 alle 20,45 al Mediolanum Forum di Assago, diretta su Raisport 2!

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *