L’EA7 Milano esce vincitrice dopo una partita incredibile! Siena sconfitta!

 

Partita incredibile al Forum di Assago, l’Olimpia risorge, muore e risorge nuovamente tutto nella stessa partita. Dopo un grande avvio

si spegne clamorosamente nel secondo quarto (solo 3 punti) infrangendosi contro la zona di una Siena apparsa più solida. Bouroisis appare dominante ma troppo nervoso autoescludendosi dal match per buona parte a causa dei falli. Il vero trascinatore è Alessandro Gentile che contro Siena si trasforma e si ricorda di avere un talento strepitoso. I problemi di fondo di questa squadra restano, i continui blackout(da menzionare la clamorosa palla persa finale che poteva costare la partita), l’incostanza, lo scarso rendimento di alcuni giocatori (Fotsis, Bremer) che fanno apparire questa Olimpia ancora lontana dal suo massimo potenziale anche se però si aggiunge l’attenuante dell’assenza di Langford. Tuttavia questa è una vittoria che può dare tanto morale e tanta fiducia per il proseguimento della stagione e per la risalita della classifica. Degna di nota anche la grande giocata di carattere di Melli nel finale che con una grande tripla si prende una rivincita su tutte le critiche ricevute sul suo tiro. Da notare che il 2-0 stagionale contro Siena non avveniva dal lontano 1999.

 

Siena invece si conferma un’ottima squadra che, nel bene e nel male, è Brown dipendente e quando la palla ha iniziato a essere pesante si è sentita molto la mancanza di un supporto come Daniel Hackett nonostante Brown abbia comunque guidato la squadra alla grande. Sicuramente pagano la stanchezza europea quindi non deve scoraggiare una sconfitta del genere avvenuta comunque in una maniera incredibile evidenziando il grande carattere di una squadra che non molla mai.

 

Menzione a parte per la terna arbitrale, terribilmente in confusione per tutto il match rendendolo nervoso e polemico, a partire dall’antisportivo e tecnico di Bourousis passando al non-sfondamento di Green (veramente allucinante) fino agli estremamente dubbi antisportivi nel finale di partita. Non è la prima volta che accadono situazioni di confusione simili nel corso della stagione e forse è ora che qualcuno se ne renda conto

 

 

LA CRONACA

 

Si comincia con i quintetti Green, Gentile, Hairston, Melli, Bourousis per i milanesi, Brown, Janning, Moss, Kangur, Eze. Assenti Langford e Hackett.

 

Milano parte forte con Gentile e Hairston, Siena fa più fatica in attacco ma resta a contatto nonostante il 5-0 iniziale. Hairston non sembra un giocatore infortunato e vola ripetutamente sopra il ferro e Bourousis è inarrestabile ma Siena resta in partita con Kangur e il solito Brown che cerca ripetutamente l’1 vs 1 con Green. Allo scadere del primo quarto è 23-15 per i milanesi grazie agli ottimi Gentie-Bourousis-Hairston.

 

Si ricomincia subito con Gentile molto carico che serve bene Radosevic e ruba palla a Carraretto con Siena che appare molto contratta in attacco. Brown e Sanikidze provano a guidare la rimonta approfittando di qualche errore di troppo dell’Olimpia contro la zona senese. Attacchi in crisi e Siena torna sotto mentre l’Olimpia non riesce a segnare in questo secondo quarto e Moss pareggia con una bomba dall’angolo. Bourousis si fa fischiare un fallo antisportivo ma protesta molto prendendosi anche un tecnico rischiando di far girare la partita portando Siena a +4 e successivamente a +7 con la bomba di Rasic, Olimpia in enorme difficoltà. Si va all’intervallo lungo sul 33-26 per i senesi.

 

Si ricomincia e Melli trova subito il canestro dando ossigeno a Milano mentre Eze commette quattro falli in un amen. Milano cerca ripetutamente il centro greco che però non riesce a concretizzare ma subisce tanti falli portando subito al Bonus. Green subisce fallo sul tiro da 3 punti e pareggia a quota 33 e Gentile firma il sorpasso attaccando il ferro. Arbitri molto fiscali in questa fase e fischiano ogni contatto spezzettando la gara ma Melli e Gentile firmano nuovamente il sorpasso. Finisce il terzo quarto sul 43-41 per l’Olimpia.

 

Inizia il quarto quarto con gli attacchi fermi fino a quando Basile segna da 3 punti per il +5. Brown attacca con decisione e porta Siena a -1 mentre Hairston commette un quarto fallo che mette in difficoltà l’Olimpia. Siena vola con Brown ma Gentile e Radosevic pareggiano immediatamente. Siena si affida totalmente a Brown che entra dentro divinamente mentre Milano fa girare bene la palla andando a canestro con Radosevic e uno strepitoso numero di Hairston portando l’Olimpia a +5. Moss risponde subito da 3 punti ma Milano fa la voce grossa a rimbalzo e concretizza con un super Gentile. Brown risponde colpo su colpo a un Gentile sempre più on fire. Kangur fa 0/2 a 39 secondi dalla fine ma Milano perde il rimbalzo e Jenning pareggia da 3 punti, Ingenuità milanese. Melli firma il +3 con una bomba clamorosa ma concede 3 liberi a Kangur che però fa 1/3. Bourousis fa 1 su 2 e Siena ha 15 secondi per pareggiare. Succede di tutto, Brown fa 2/2 ma Milano perde palla sulla rimessa recuperandola però poi con Green che subisce fallo antisportivo, che verrà subito anche da Hairston sulla rimessa successiva. Finisce 72-68 tra gli applausi del Forum. Finale in ogni caso tra le Polemiche

 

 

EA7 Milano: Fotsis, Melli 9, Hairston 9, Green 5, Gentile 22, Giachetti NE, Basile 6, Chiotti NE, Bourousis 14, Langford NE, Radosevic 7, Bremer.

 

 

Montepaschi Siena: Brown 24, Sankidze 4, Janning 11, Kangur 7, Moss 15, Sousa NE, Carraretto, Ortner, Ress, Eze 2, Rasic 5, Neri NE

 

 

MVP: Alessandro Gentile. Quando vede il verde senese il ventenne dell’Olimpia Milano si trasforma e trascina i suoi con una grande prestazione di carattere. Perfora ripetutamente la difesa senese servendo anche 2 assist. Chiude con 22 punti (7/11 da2 2/5 da3) 6 rimbalzi 2 assist e 6 falli subiti. RINATO

 

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *