fbpx

Juvecaserta – Scandone Avellino: capodanno con il botto è subito derby.

Joe Ragland - Scandone Avellino

Capodanno con il botto per la Lega A Basket. Infatti questa sera alle ore 20.45 andrà in scena al Palamaggiò il sentitissimo derby campano tra la Pasta Reggia Juvecaserta e la Sidigas Scandone Avellino del’ex coach Pino Sacripanti. La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 1, nonostante ciò la Scandone giocherà con un nutrito numero di tifosi al seguito pronti a sostenere Ragland e soci per ottenere 2 punti importantissimi in ottica posizionamento Final Eight.

QUI CASERTA – La Juvecaserta ha subito 4 sconfitte nelle ultime 5 gare (l’ultima cocente contro l’Enel Brindisi di 28) e sta attraversando un periodo poco felice anche dal punto di vista degli infortuni. Infatti a Joshua Bostic, si aggiunge anche l’infortunio di Czyz. La Pasta Reggia dovrà affrontare il delicato derby facendo a meno di due uomini fondamentali. Lo stesso coach Dell’Agnello conferma le difficoltà attuali della sua squadra: “Il periodo non è facile, ma abbiamo lavorato al meglio, di testa e fisicamente, per preparare la partita con Avellino. Sarà la partita della determinazione e della voglia. Butteremo sul parquet tutto quello che abbiamo, con la forza di quelli che potranno giocare e il desiderio di riscatto che abbiamo dopo Brindisi. Avellino è una squadra molto forte, allestita per traguardi ben diversi dai nostri, ma noi la affronteremo comunque da sesti in classifica, cosa assolutamente non scontata. Dovremo essere molto cinici e consistenti, fare una partita anche emozionale, dove l’aiuto del nostro pubblico si rileverà sicuramente fondamentale

QUI AVELLINO – La Sidigas Avellino proviene da due vittorie consecutive e vuole sicuramente allungare la striscia positiva, per confermare il terzo posto in classifica e magari buttare un occhio al secondo piazzamento in ottica Final Eight. Coach Sacripanti è però conscio delle difficoltà di questo delicatissimo match: “E’ un derby importante contro una squadra che sta facendo benissimo, anche se nell’ultimo periodo ha accumulato tre sconfitte consecutive è andata al di sopra delle aspettative, a mio avviso, però, non al di sopra di quello che è il suo reale talento. Ha degli ottimi giocatori, nello specifico Sosa e Cinciarini sono dotati di grande esperienza riuscendo a tenere un certo tipo di equilibrio e forza mentale sul campo, è un team che possiede un’identità precisa ruotando otto giocatori. Il contropiede primario è la loro forza. Quando giocano in casa il fattore campo è determinate, al Palamaggiò si sentono a loro agio e il pubblico li sostiene fortemente.” Coach Sacripanti è convinto che la chiave per portare a casa i due punti è la difesa: “Ieri abbiamo avuto un piccolo problema per Randolph ma nulla di particolare, abbiamo recuperato Fesenko e Cusin. Stiamo cercando di continuare a lavorare sulla difesa, nostro principale punto di forza come dimostrano le statistiche. Dovremo essere bravi a gestire il ritmo della gara mettendo pressione sulla palla e difendendo con aggressività sui loro pick and roll. Da parte del pubblico le aspettative sono molto alte perché si tratta di un derby ma è altrettanto importante vincerla per conquistare i due punti. Per quanto mi riguarda tutte le partite sono importanti allo stesso modo, quando si gioca due volte a settimana bisogna bilanciare al meglio energie nervose, Caserta è senza dubbio un match molto sentito, ma dopo tre giorni ne abbiamo un altro di coppa altrettanto importante.”

La chiave tattica: Molto interessante è il duello in cabina di regia tra Edgar Sosa e Joe Alexander Ragland, due giocatori che vantano molti punti nelle mani ed a cui è affidato la partenza del gioco. Inoltre la chiave rivolta della partita può essere sotto canestro dove la prestanza fisica di FesenkoCusin può creare molti problemi a Mitchel Watt e Raphiael Putney.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *