fbpx

James e Mays indicano a Brindisi la strada del successo, non bastano ai bianconeri le prestazioni di Scott e Young.

Pasta Reggia Caserta

Brindisi espugna il Palamaggiò grazie alle fantastiche prestazioni di Mays e James, Caserta dall’ altra parte appare ancora non in ottima condizione a causa degli infortuni che hanno condizionato l’inizio di stagione della squadra di coach Molin. Queste sono le pagelle in countdown!

10 sono i rimbalzi di Sam Young. L’ex Memphis mette a referto 16 punti ed insieme a Scott è l’ultimo ad arrendersi tra le file dei padroni di casa. Ma è palese che la forma non è ancora la migliore, dati i pochissimi allenamenti svolti con i compagni nelle precedenti settimane.

9 il voto di James Mays. Il centro brindisino è una spina nel fianco per la difesa, Howell e Michelori non riescono mai ad arginare la sua grande fisicità, che crea sistematicamente problemi alla retroguardia dei padroni di casa. Chiude con 16 punti e 12 rimbalzi, che gli valgono 31 di valutazione. Una Roccia

8 sono i punti di Delroy Jamesnel 3 quarto che risulteranno decisivi nell’ allungo brindisino che risulterà in seguito decisivo nel 4 periodo. I bianconeri lo annullano completamente dall’ arco (0/5), ma quando decide di attaccare palla a terra, fronte a canestro sono dolori per i ragazzi di Molin.

7 ad Elston Turner, autore di un ottima prestazione al tiro. Buona prova dell’ex Pesaro, che macina gioco e punti e soprattutto salva la baracca nella percentuale al tiro da tre, 3/6 (50%) per lui. Chiude con 15 punti, 2 assist ed 1 rimbalzo.

6 2 volte, ovvero il 66% è la percentuale ai liberi dei padroni di casa. Decisamente da migliorare la prestazione ai liberi dei bianconeri, 14/21, punti che avrebbero ridotto certamente lo svantaggio ed avrebbero dato l’occasione ai ragazzi di Molin di potersela giocare sino alla fine.

Delroy James Brindisi

5 / 24 è la percentuale da tre dei brindisini. Male i pugliesi al tiro dall’arco soprattutto con lo 0/5 di James, 0/6 di Denmon e 0/2 di Ivanov, l’unico a prenderci è Turner. Tutto ciò che non riescono a fare dall’ arco, ai brindisini riesce nel pitturato e al tiro dalla media chiudendo addirittura con un ottimo 65%.

4 sono i tentativi da tre di Carleton Scott, che conclude la sua serata dall’arco con un’ottimo 3/4 (75%). Ottima la prestazione dell’ala di Homestead che consegna ai tabellini un’ottima prestazione al tiro chiudendo con 13 punti e allo stesso anche un’ottima prova di intesità chiudendo con ben 9 rimbalzi. L’ultimo a smettere di crederci

3 come le stoppate subite da Richard Howell. Non una buoona prestazione quella del centro casertano che soffre a più ripresa la devastante fisicità di Mays. 8 i punti per lui con soltanto 2 rimbalzi.

2 sono i falli tecnici comminati ai bianconeri. Uno per proteste a Ronald Moore ed un altro probabilmente comminato alla panchina bianconera o a Coach Molin. Fischietti permalosi

1 come i punti a referto nel tabellino di Ivanov nei soli 9 minuti giocati. Utilizzo molto ridotto di coach Bucchi, che non riesce a trovare in lui ciò di cui ha bisogno per fermare l’attacco bianconero. I suoi tentativi di costruire punti non aiutano il coach brindisino a cambiare idea.

0 come i minuti in campo di Luigi Sergio. Nessun minuto per l’ex Forlì, probabilmente ancora non recuperato perfettamente e pronto per scendere in campo.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *