Incontro FIP- Lega Basket. Marino: “TV, visibilità e stabilità dei club i primi punti”

marino, presidente lega

Nella giornata di ieri, a Roma è avvenuto il primo incontro tra il presidente della FIP Gianni Petrucci, e il nuovo presidente della Lega Basket Fernando Marino, per discutere sulle problematiche relative al mondo cestistico italiano. Ecco il comunicato emesso sul sito della FIP:

 

Il presidente della FIP Giovanni Petrucci, accompagnato dal vice presidente vicario Gaetano Laguardia e dal segretario generale Maurizio Bertea, ha incontrato a Roma, presso la sede federale, il presidente della Lega di Serie A Fernando Marino. Nel corso dell’incontro, che si è tenuto in un clima di cordiale cooperazione, la FIP ha illustrato i propri intendimenti per la prossima convenzione e la Lega di Serie A ha recepito positivamente le linee guida indicate dalle Federazione che saranno all’ordine del giorno dell’assemblea di Lega del prossimo 15 luglio. FIP e Lega, in chiusura, hanno auspicato collaborazione per il bene dell’intero movimento.

Per approfondire il tema, riportiamo un’intervista datata 3 Luglio, in cui il presidente Marino tratta vari e importanti temi che porterà come argomenti principali sul tavolo della Lega Basket nelle prossime riunioni. Ecco un estratto dalla Gazzetta dello Sport.

“Il programma fissa dei punti: Tv e visibilità, chiarimento dei rapporti con la Fip, modifica dello statuto della Lega per dare più autonomia a chi deve prendere decisioni rendendole più rapide e dotarci di strumenti per avere club più stabili economicamente”.

Primo punto: la televisione.
“Ci auguriamo che i dati d’ascolto positivi della finale mettano in difficoltà la stessa azienda Rai: chi ha il pacchetto Gold può raddoppiare trasmettendo due partite la settimana invece che una sola. Poi dobbiamo assegnare gli altri pacchetti per il 2014-15”.

Visibilità.
“Prima cosa, avremo un responsabile marketing per avere le risorse da investire. Partiremo dal rinnovamento del sito della Lega con un profilo più “social” per interagire con gli appassionati. Vogliamo, attraverso il sito, far vedere in diretta streaming tutte le partite che non sono state scelte dai detentori dei diritti tv e cercare nuovi spazi sui media”.

Stabilità dei club.
“Fare in modo che anche la Lega abbia la possibilità di controllare la bontà dei progetti sportivi e delle risorse per realizzarli. Una prima idea è che al momento dell’iscrizione al campionato, i club debbano presentare la liberatoria di tutti i giocatori della stagione precedente che certifichi la mancanza di debiti”.

Proporrà l’instant replay in ogni partita.
“Ho chiesto a Facchini se fosse gradito agli arbitri, il costo dell’attrezzatura è relativo: lo proporrò all’assemblea”.

Alla fine del primo anno sarà soddisfatto se..

“Ci sarà ressa per aggiudicarsi i diritti televisivi che scadono nel 2015. Vorrebbe dire che abbiamo migliorato sensibilmente il nostro prodotto. Gli ascolti di gara-7, il 5% di share, è una base importante: lo scudetto di Milano ci ha dato una grande visibilità, speriamo che l’Olimpia continui la crescita in Europa trainando tutto il movimento e le altre grandi città”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *