Home Serie A Il tap-in di Daye abbatte la resistenza di Roma, vince la Reyer 79-77

Il tap-in di Daye abbatte la resistenza di Roma, vince la Reyer 79-77

0

Per la 15ma giornata di LBA Legabasket Serie A, al PalaTaliercio di Mestre l’Umana Reyer Venezia supera al termine di una gara dalle forte emozioni la Virtus Roma per 79-77.
La Virtus ha fatto soffrire i campioni d’Italia per 30′ toccando il +8 esterno al 26′ come massimo divario (52-60 al 26′). Venezia sostenuta dal suo pubblico del PalaTaliercio e con la presenza offensiva di Daye ha reagito nell’ultimo quarto con i padroni di casa a toccare il +6 sul 72-66 a 4’48” dalla fine, ma Roma non ha mai mollato e con un 0-11 di break sulla tripla dell’ex Kyzlink sembrava indirizzare il match sulla via della Capitale, 72-77 a 1’12”. Ma Austin Daye con prima la tripla e poi il tap-in decisivo su tentativo di Watt che prima aveva pareggiato, ha dato la vittoria all’Umana Reyer Venezia tra l’entusiasmo del tifo oro-granata.

Cronaca del match

Inizio con una folata reyerina sul 10-6 con Watt servito da De Nicolao, la Virtus non si fa attendere con Kyzlink e Jefferson per il vantaggio ospite sul 10-11 dopo 7′, time-out Venezia. Venezia pasticcia tra le due metà campo (4/18 al tiro nei primi 10′ con 5 perse), i capitolini continuano con il break di 0-11 per il 10-17 dopo il primo quarto grazie a Kyzlink – schiacciata meravigliosa su alley-oop oferto da Dyson – e Jefferson. Tonut e una tripla di Daye con 0”7 sul cronomentro dei 24” limano il gap per la Reyer, ma la difesa di coach Bucchi concede ben poco agli avversari, 16-17 al 12′. Tocca il +6 la Reyer sulla tripla di Stone per il 24-18, ma per Roma si accende William Buford con tre triple in meno di 2′ che porta avanti i viaggianti sul 29-32 dopo 17′, time-out De Raffaele. Il vantaggio ospite oscilla tra i 5 e i 7 punti, con Jefferson e Dyson a punire la difesa di casa (36-43 al 19′), Tonut con canestro e recupero riduce il divario per l’Umana Reyer, è 40-43 all’intervallo.
Si ritorna in campo e un ispiratissimo Buford guida la Virtus al +8, 46-54 al 23′. Le difese vengono continuamente bucate nel frangente ed è la Virtus a tenere l’inerzia, 52-60 al 26′, Daye con due canestri consecutivi riduce il passivo per l’Umana sul 56-60 dopo 28′, time-out Bucchi. La Virtus non molla la presa e con Jefferson e Baldasso continua a tenere la testa avanti, 58-64 dopo 30′ di gioco. Ultimo quarto: Julyan Stone suona la carica per gli oro-granata che con un break di 7-0 si porta avanti sul 65-64, time-out Bucchi a 8’36” dal termine. Daye e la tripla di De Nicolao continuano il break veneziano di 12-0, ma un’entrata di Buford chiude il break, è 70-66 a 5’44” dalla fine, time-out De Raffaele. Esce Pini per falli, Daye porta Venezia sul +6 a 4’48” dalla fine, ma Roma con le triple di Alibegovic e Dyson impatta sul 72 pari, il canestro di Jefferson solitario da sotto porta avanti Roma, 72-74 a 2’29” dalla fine. Kyzlink sembran chiudere il match con la tripla del 72-75 a 1’12” dalla fine, ma la bomba subito di Daye e il recupero di De Nicolao con assist per Watt dà il pareggio a quota 77 a 37”4, time-out Bucchi. Dyson perde palla su furto di Bramos, ultimo attacco Reyer con Watt in post a sbagliare, ma ci pensa Austin Daye a correggere 0”3 dalla fine. La preghiera di Buford è oltre tempo massimo con il pallone a toccare il ferro. Finisce 79-77 per la Reyer.

MVP BasketItaly.it: Austin Daye.

Umana Reyer Venezia – Virtus Roma 79-77 (10-17; 40-43; 58-64)

Venezia: Casarin, Stone 5, Bramos 10, Tonut 10, Daye 28, De Nicolao 3, Filloy, Vidmar 2, Chappell 2, Mazzola 3, Pellegrino ne, Watt 16. Coach: Walter De Raffaele.

Roma: Cusenza ne, Moore, Alibegovic 14, Rullo, Dyson 10, Baldasso 7, Pini 2, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 15, Buford 16, Kyzlink 13. Coach: Piero Bucchi.

Arbitri: Massimiliano Filippini, Mauro Belfiore e Federico Brindisi.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata