Home Serie A Il ritorno di coach Sacripanti a Caserta: “Club e città nel mio cuore, ricordi indelebili”

Il ritorno di coach Sacripanti a Caserta: “Club e città nel mio cuore, ricordi indelebili”

0

Pino Sacripanti Pallacanestro Cantu

Domenica pomeriggio, in occasione dell’incontro che si disputerà tra la Juve Caserta e l’Acqua Vitasnella Cantù ,valevole per la nona giornata di ritorno del campionato di Lega A, il PalaMaggiò sarà teatro di momenti dalle forti emozioni. Coach Pino Sacripanti infatti tornerà nella sua ex città e squadra, che ha guidato dalla stagione 2009 fino all’ultima del 2013, dove ha lasciato grandi ricordi in tutto l’ambiente, il quale lo accoglietà sicuramente come un mentore da onorare e rispettare.

L’attuale coach di Cantù, ha rilasciato alcune emozionanti dichiarazioni a “La Gazzetta dello Sport Edizione Lombarda” in cui racconta le sensazioni in vista della sfida dal sapore decisamente particolare, del tutto diversa dalle altre che l’hanno preceduta e ne seguiranno. Ecco le sue parole:

“Sicuramente sarà bellissimo tornare e incontrare tanti amici, ma sono focalizzato sulla partita che sarà davvero durissima. Di Caserta ho un ricordo indelebile e bellissimo, in Campania ho conservato numerose amicizie: insomma un club e una città che mi sono rimaste nel cuore, ma proprio non so cosa aspettarmi. Ho sempre cercato di mettere la faccia in ogni occasione, impegnandomi al massimo per la società e per la squadra, vivendo quattro anni indimenticabili. Forse questo è stato apprezzato. Di sicuro pubblico e società mi hanno trascinato con la loro passione. I ricordi più belli sono tantissimi: la vittoria a Siena, quella con Roma, il derby conquistato contro Avellino dopo una rimonta da -18; insomma ogni anno mi ha regalato tanto e terrò quell’esperienza sempre dentro di me fra i ricordi più belli. A Caserta devo tanto, sono cresciuto come allenatore ma anche come uomo, abbiamo passati anni veramente duri a livello finanziario e sono contento che ora le cose siano migliorate.”

Spazio al campo dunque, e alle grandi emozioni che il mondo della palla a spicchi può trasmettere.