Home Serie A Il post partita di Venezia-Varese. De Raffaele: “Consistenti per tutti i 40′, volevamo ritornare a vincere.”

Il post partita di Venezia-Varese. De Raffaele: “Consistenti per tutti i 40′, volevamo ritornare a vincere.”

0

Reyer - Reggio: Walter De Raffaele

Il vice Walter De Raffaele, in sostituzione di coach Carlo Recalcati, commenta così in sala stampa la netta vittoria di Venezia su Varese arrivata al PalaTaliercio di Mestre per 84-58.
 
“Abbiamo giocato una partita consistente, importante per noi che volevamo vincere per mille motivi, innanzitutto per riprendere il feeling con il successo e per ritrovare le nostre cose. Devo dire che siamo stati intensi e concreti per 40’ facendo tante cose buone difensivamente, provocando tante palle perse a Varese che ci hanno permesso di correre in contropiede. È un successo che ci da fiducia, fa classifica che ci proietta a Pistoia nella maniera migliore, la prima di un filotto di partite che termina ad Avellino per chiudere l’anno nel miglior modo possibile.”
 
Prima di essere guariti del tutto si aspettano le gare contro Pistoia e Trento? “Dipende da come si guarda l’essere malati. Il nostro obiettivo era ritornare ad allenarci al completo, lo stiamo facendo da venerdì quando è rientrato Goss; continuiamo ad avere dei problemi, ma le vittorie aiutano sempre. Dobbiamo ancora lavorare tanto, bisogna ritrovare i nostri automatismi, bisognava cercare di fare una partita di sacrificio e i ragazzi hanno risposto molto bene e questo è quello che deve rappresentare noi stessi, la nostra identità, di essere giocatori tutti intercambiabili e tutti importanti, questo è il vantaggio di tenere alta l’intensità all’interno della partita, dobbiamo continuare a lavorare per delle partite altrettanto difficili, pensiamo una partita per volta.”
 
Il cambio di atteggiamento di match da Pesaro a Varese. “A Pesaro abbiamo giocato una pessima partita. Si spiega che i giocatori hanno una coscienza, sono dei professionisti, hanno l’idea di quello che succede, di quando le cose non vanno bene, hanno l’amor proprio di stare in campo che è successo in parte a Saragozza e in parte stasera. Tutti non erano assolutamente contenti del match di Pesaro dove siamo stati indifendibili, quando succede così stiamo zitti, accettiamo le critiche, così come stasera non facciamo festeggiamenti per una notte intera, domani siamo già in palestra a preparare il match di Pistoia. Questa squadra è un gruppo di persone, di uomini, ci si confronta, si cerca di sistemare quello che c’è, ci si rimbocca le maniche. Nella stessa misura di Pesaro e stasera, tre giorni prima di Pesaro abbiamo fatto un match di grande spessore contro una squadra da Eurolega come Valencia. Tre diversi modi di stare in campo, dobbiamo essere più vicini a quelli di Valencia e quelli di stasera, è il nostro obiettivo. E’ naturale che il rientro dei giocatori, l’allenarci, il fatto di avere continuità di lavoro porta ad avere un’intensità diversa. Siamo ancora fra i primi posti in classifica, abbiamo superato il turno di Coppa che non era risultato prevedibile ma secondo me clamoroso, quella di stasera deve essere una partita che ci faccia vedere qual’è la via. I giocatori sono tutti con un’attitudine per far sì che le cose vadano come devono essere e non fare le figure di merda come abbiamo fatto a Pesaro.”
 
BasketItaly.it – Riproduzione Riservata