fbpx

Granarolo Bologna EA7 Milano in countdown!

alessandro gentile, milano

La sfida tra Granarolo Bologna e EA7 Emporio Armani si è conclusa con una facile vittoria per i meneghini.

Andiamo a rivivere il match con il nostro countdown!

10 i liberi realizzati dalla Granarolo nel secondo quarto, che sono anche gli unici punti che è riuscita ad ottenere la Virtus nel parziale. L’EA7 con un cambio di marcia in difesa ha obbligato la squadra di Valli a 0 canestri dal campo.

9 le triple tentate da Brooks nella partita, che continua nella sua striscia positiva segnandone 6. La percentuale dall’arco è quindi del 66%, con un paio di triple nel terzo quarto hanno tenuto lontano Bologna.

8 i palloni persi da Okaro White, che da solo perde oltre metà dei palloni della squadra.

7 i punti realizzati da Allan Ray in tre quarti, il trascinatore del primo periodo con 10 punti. Il giocatore poi non ha più trovato il canestro con facilità.

6 le stoppate del match, tutte di ottima fattura. A guidare la classifica James con 3, anche se forse le migliori sono state quelle di White.

5 i falli commessi da Melli e James, che li obbligano ad uscire dopo poco più di 10 minuti a testa. Un’opzione in meno per coach Banchi.

4 i punti di Gigli, cui Banchi concede uno scampolo di partita verso la fine del match. Il centro risponde presente di fronte al suo ex pubblico, che lo saluto con un applauso

3 i giocatori under che hanno partecipato al match, Benetti e Tassinari per la Granarolo e Fumagalli per l’Olimpia. Virgola per quella della Virtus, mentre per Fumagalli due punti della lunetta a tempo scaduto.

2 le volte che questa sfida è valsa lo scudetto, nel 78/79 e nel 83/84. Entrambe le volte ha vinto la squadra di Bologna e nella seconda occasione ha ottenuto anche la stella per il decimo scudetto.

1 neanche il punto di Ragland, con il play di Milano che per la prima volta non sporca il tabellino per la prima volta in stagione. Per lui 0/1 da 2 e 0/3 da 3 in 13′.

0 i punti realizzati da Bologna nel parziale di 16-0 che ha deciso il match, la squadra di Valli aveva finito il primo quarto in vantaggio, ma dopo questo parziale (durato oltre 6′) non è più riuscita a tornare in partita.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *