Home Serie A Giordano Consolini: “Tutte le storie, prima o poi, hanno una fine. Emozionante fare parte della Virtus”
Giordano Consolini: “Tutte le storie, prima o poi, hanno una fine. Emozionante fare parte della Virtus”

Giordano Consolini: “Tutte le storie, prima o poi, hanno una fine. Emozionante fare parte della Virtus”

0

Le strade di Giordano Consolini e della Virtus Bologna si sono separate, da ieri ufficialmente, con un comunicato.

Si è chiusa quindi un’epoca che andava avanti dal 1983 (se escludiamo sei anni di esperienza a Reggio Emilia) quando Consolini, classe 1954, fu tra i primi ad affiancare Ettore Messina che, oltre a essere il vice di Alberto Bucci, era il responsabile del settore giovanile della società di Gianluigi Porelli.

Oltre alla lunga esperienza giovanile e da vice ha anche allenato la prima squadra, ottenendo la promozione in serie A nel 2005, poi, da quell’estate, il “ritorno” al lavoro nel settore giovanile. Prima come responsabile, poi come “semplice” tecnico. Fino al comunicato emesso ieri dalle Vu Nere.

Consolini ha quindi commentato per Il Resto del Carlino edizione Bologna, spiegando che anche a 66 anni la sua intenzione è continuare ad allenare. Un estratto delle sue parole.

“Tutte le storie, prima o poi, hanno una fine. Non è importante cercare di capire cosa può essere successo. Ho troppo rispetto per quello che è stato e per quello che la Virtus ha rappresentato per me.
Non si tratta di un passaggio indolore. Mi viene in mente una storia grande, importante, corposa. Farne parte è stato emozionante.
Non vado in pensione, la voglia di restare in palestra c’è. Lavorare con i ragazzi, mi aiuta a invecchiare meglio. Si apre un periodo di riflessione, sono sereno”.