fbpx

Hogue trascina Trento al successo, Reggio Emilia k.o. e in fondo alla classifica

Nell’anticipo della 10ª giornata di Serie A, Trento si impone sulla Grissin Bon davanti al proprio pubblico con il punteggio di 68-60. La gara alterna fiammate a momenti di stanca con errori da una parte e dall’altra, ma negli ultimi minuti i bianconeri sono più lucidi sotto canestro e con una tenace difesa costringono Reggio Emilia alla resa.

Trento si porta subito a +9 in avvio di gara, poi si rilassa e permette agli ospiti di rientrare: un buon Cervi nel pitturato (16 punti e 6 rimbalzi a fine gara) e i canestri non semplici di Aguilar sono però solo illusione per i biancorossi. Senza Flaccadori, Trento trova comunque risposte importanti da Dustin Hogue (top scorer con 21 punti) e, dopo un terzo quarto rimandabile per entrambe le formazioni (10-11 il parziale), si affida a Devyn Marble nel finale che infila la tripla decisiva del match. Reggio Emilia paga il roster ancora troppo corto, con KC Rivers appena arrivato. Per Trento, invece, un’ulteriore conferma fra le mura amiche e una boccata d’ossigeno per sollevarsi dall’ultimo posto, ceduto proprio agli emiliani. «Per noi era importante fare risultato – commenta il coach bianconero BuscagliaSiamo stati bravi a non dare spazio ai nostri avversari nei momenti più complessi della gara: ci tengo a sottolineare la difesa degli ultimi cinque minuti in cui abbiamo concesso appena 5 punti. Siamo ancora in fondo alla classifica quindi dobbiamo restare con i piedi per terra e continuare a lavorare».

DOLOMITI ENERGIA TRENTO–GRISSIN BON REGGIO EMILIA 68-60 (20-19, 38-33, 48-44)
TRENTO: Marble 11, Pascolo 10, Mian 5, Forray 4, Craft 2, Mezzanotte, Gomes 11, Doneda ne, Hogue 21, Lechthaler ne, Jovanovic 4. All. Buscaglia.
REGGIO EMILIA: Mussini 6, Candi, Rivers 12, Aguilar 14, Gaspardo 2, Vigori ne, Cervi 16, Soviero, Ortner 2, Llompart 8, De Vico. All. Cagnardi.