Dinamo nella tana della bestia nera: il preview di Sassari Cantù

joe alexander, sassari Seconda giornata di campionato e nuova sfida fra Sassari e Cantù, gli ospiti arrivano dalla sofferta vittoria in casa  contro Cremona, mentre l’AcquaVitasnella, esordisce davanti al proprio pubblico dopo la sconfitta di Capo d’Orlando

Non una partita come le altre quella tra Sassari e Cantù, per i campioni d’Italia, il Pianella non è mai stato terra di conquista in questi primi 5 anni di Serie A e il popolo Canturino vuole tenere fede alla tradizione. La parabola inversa nei risultati nel corso degli anni e un mercato sotto le aspettative rispetto al passato per i padroni di casa, fa sperare i supporters Sassaresi di poter espugnare la casa dell’AcquaVitasnella. Il fattore campo però non può essere sottovalutato, ha sempre storicamente avuto un peso importante nei risultati di Cantù e dopo la partenza falsa della scorsa settimana serve una riscossa immediata per cercare di risollevare il morale di squadra e soprattutto tifosi, non pienamente convinti dalla costruzione del nuovo roster.
Hall, Cantù
Come arriva Cantù:
Tutti a disposizione di Corbani gli uomini del roster Canturini, rientra l’allarme Tessitori, ex di giornata che con Sassari ha vinto una Coppa Italia, che sarà disponibile per la gara, nonostante non abbia avuto modo di allenarsi regolarmente durante la settimana. Il coach dell’Acquavitasnella la vede così: “Arriviamo alla “prima” in casa con un gruppo di ragazzi giovani che vogliono dimostrare le loro capacità e i loro progressi. Siamo desiderosi di disputare questa gara con un pubblico che tutti si aspettano ed è uno dei motivi per cui tanti dei nostri nuovi giocatori hanno firmato a Cantù. Possiamo infatti tranquillamente dire che questo è il palazzetto più caldo d’Italia”. Sulle modifiche al roster Sassarese rispetto all’anno passato: “I sardi hanno la medesima idea tecnica perché l’allenatore è lo stesso e Sacchetti dà alle sue squadre un’impronta di grande aggressività offensiva e di libertà che non significa disorganizzazione, ma la capacità di affidarsi alle qualità dei giocatori. Questo è un valore aggiunto importantissimo che spesso si tende a valutare in senso negativo. Sassari è una formazione organizzata che ha la capacità di amplificare il talento dei singoli.”

Come arriva Sassari:
Anche per Sacchetti solo problemi d’abbondanza, ancora una volta dovrebbe essere Pellegrino il sacrificato per lasciare spazio a Marconato (altro ex di giornata), coach Sacchetti che conosce bene il Pianella non si fa troppe illusioni e chiede molta attenzione ai suoi: “Non abbiamo mai vinto a Cantù ci siamo andati molto vicini ma non siamo mai riusciti a portare a casa la partita. Vorremmo sfatare questo tabù al di là dei due punti, conosciamo l’ambiente che ci aspetta e dovremo essere bravi a gestire la partita. Hanno un pubblico caldo che ha sempre spinto la propria squadra. L’Acqua Vitasnella è un team che ha cambiato molto, ha aggiunto giocatori del nostro campionato come Hasbrouk e Laquinton Ross, e hanno anche un buon tiratore, Heslip, che però domenica ha avuto giornata no”. Sulla condizione dei suoi: “Abbiamo ovviamente delle cose da migliorare, credo sia normale dopo solo due partite. Tutte le squadre del campionato in questa fase iniziano a conoscersi e assestarsi; per quanto concerne noi dovremo ripartire dalle palle recuperate e prendere qualche rimbalzo in più per andare in campo aperto. Contro Cremona ci sono stati un paio di rimbalzi sanguinosi”.
Sassari ha annunciato proprio oggi il rinnovo del proprio preparatore atletico Matteo Boccolini, sino al 2020, una conferma dello staff tecnico, una scelta naturale in virtù dei risultati conseguiti sul campo e del rapporto speciale che si è creato tra Boccolini e la Sardegna tutta.

Cantù teme l’estro Sassarese, mentre la Dinamo dovrà migliorare a rimbalzo, queste due delle diverse chiavi tattiche che si dovrebbero sviluppare nella gara, che diretta da Paternicò, Baldini e Paglialunga, verrà trasmessa in diretta da SkySport 2 con la palla a due fissata alle 20:45.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *