Datome: “Credevo nel progetto di Toti, Goss che personalità”

Nelle ultime settimane è chiaro come, anche, la Nba dopo la sua esaltante annata in maglia Virtus Roma abbia puntato gli occhi su di lui, ma Gigi Datome è concentrato sulla sua attuale stagione in maglia giallorossa. Lo stesso giocatore sardo ha rilasciato queste dichiarazioni sull’attuale momento della sua squadra, ed il rapporto con i suoi compagni all’interno dello spogliatoio sul quotidiano Il Romanista : “Ad inizio estate credevo molto in questo progetto, altrimenti non sarei rimasto, ma credo che all’inizio ci credevamo solo io ed il presidente Toti.

Nella sconfitta dell’andata a Milano ho incominciato a credere che saremmo arrivati lontano, perché anche,  se avevamo perso con uno scarto di pochi punti contro una delle favorite  per vincere il campionato,  ho visto la rabbia e tristezza per non aver fatto in campo quello che dovevamo fare. Non mi era mai capitato di stare in un gruppo così unito e coeso, e questa la nostra forza che ci ha portato tani punti in più. In particolare Phil Goss ha fatto un lavoro incredibile nello spogliatoio ad inizio stagione, quando io ero impegnato con la nazionale, per far capire a giocatori come Czyz, Taylor, Lawal cosa significasse giocare nel basket europeo. Conoscevo le sue doti da giocatore, ma non immaginavo che avesse tale personalità, sa farsi ascoltare e parla solo nei momenti che contano. Per i play-off abbiamo tantissima voglia di fare bene, potremmo incontrare Siena o Milano, non facciamo calcoli, anche perché sono sicuro che nessuno sarà felice di incontrarci. Ho sempre sentito l’amore di Roma nei miei confronti anche quando le cose andavano male, per questo durante l’estate scorsa ho deciso di rimanere a Roma e di non andare a Bologna, ora per parlare del mio futuro è presto, quando sarà il momento ne parlerò insieme al presidente Toti”.

43 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *