Home Serie A Coppa Italia Brindisi-Fortitudo: intensità e agonismo sognando la finale

Brindisi-Fortitudo: intensità e agonismo sognando la finale

0

La seconda semifinale mette a confronto due squadre che hanno ribaltato i pronostici: dunque Happy casa Brindisi e Fortitudo Bologna si giocheranno il posto in finale entrambe col morale alle stelle, per una sfida che, almeno alla vigilia, si preannuncia all’insegna dell’equilibrio.

I pugliesi sono reduci dall’impresa nel derby del sud contro la Dynamo Sassari di Pozzecco, che aveva fin qui disputato una regular season di altissimo livello. Le chiavi del gioco di coach Vitucci sono intensità ed atletismo. Brindisi è infatti estremamente abile nell’accellerare il gioco e, prendendo in esame la specifica partita di ieri, nel momento in cui il ritmo si è alzato, ha avuto modo di fare il suo gioco. Ad una superiorità fisica importante (soprattutto offensivamente) si é aggiunto un Adrian Banks devastante che con i suoi 37 punti si è dimostrato ancora una volta il leader di una squadra che da outsider può dare davvero fastidio a tutti.

Dall’altra parte c’è l’unica bolognese (a sorpresa) rimasta a Pesaro: la Fortitudo. Passare dall’A2 alla semifinale di coppa Italia già di per sé sarebbe un grande risultato, ma la parte biancoblu del capoluogo emiliano non ha alcuna intenzione di accontentarsi, ed ora punta in alto. Guidata da un redivivo Pietro Aradori e da Henry Sims, che si sta confermando uno dei migliori centri della serie A; la Pompea punta su un basket ordinato e di sistema ben gestito da mister Antimo Martino, può inoltre contare sul sesto uomo rappresentato dai tifosi arrivati nelle Marche in massa, che hanno quasi portato il quadro di finale contro Brescia ad essere una partita da fattore campo.

Dovevano essere due outsider ed ora, dopo due upset si giocano un posto in finale, con l’intenzione di non fare da semplici comparse. Palla a 2 alle 21,in diretta su Eurosport 2 e RAI sport.