Contro la forza di Milano non basta il cuore di Siena

Milano conferma il primato in classifica, e col risultato di 85-74, espugna il Palaestra battendo un’orgogliosa Montepaschi in un match da clima playoff; i padroni di casa possono contare su un palazzo gremito e rumoroso (nel prepartita va in scena la prevedibile e colorita contestazione all’ex GM Minucci) e partono meglio imprimendo nel primo quarto un buon ritmo alla gara, col solito gioco intenso e corale. Gli uomini di Banchi ci mettono un po’ ad entrare in partita ma quando lo fanno mettono le cose in chiaro dispiegando il maggiore talento dei singoli e l’organizzazione difensiva migliore: Samuels è un totem invalicabile sotto canestro, Gentile dispensa pillole di puro talento e non c’è bisogno nemmeno del miglior Langford per sopravanzare. La chiave della vittoria milanese diventa però la difesa, aggressiva e fisica quanto basta per inibire il tiro da 3 tanto temuto della Montepaschi, che pur lottando su ogni pallone con Haynes e la sorpresa Cournooh, si ritrova a rincorrere dal secondo quarto in poi. Ress illude negli ultimi 10’ spaventando il suo ex mentore Banchi, ma la differenza di energia difensiva si rivela fatale per Siena, che viene infilzata pure da Jerrels ed è costretta ad ammainare bandiera bianca,uscendo però tra gli applausi di un pubblico che non intende mollare mai. I bambini che affollano il parquet a fine partita è l’immagine più pulita e vera di un basket che negli ultimi giorni in casa Mens Sana, ha visto il suo volto peggiore.

Il racconto del match – In un palazzetto stracolmo Siena parte col piede giusto puntando sulla scommessa Cournooh in quintetto base;  il giovane play si districa egregiamente e i biancoverdi sorprendono per fluidità e aggressività una Milano inizialmente sorniona e molto sicura di sé grazie all’asse Gentile-Samuels.  I ragazzi di Crespi giocano di squadra sospinti dalla gran carica di un pubblico combattivo e per niente demoralizzato dalle recenti vicende giudiziarie:  il primo quarto si chiude sul 24-18 Siena. Nel secondo periodo Milano capisce di dover difendere più intensamente per non farsi travolgere dal ritmo dei padroni di casa; gli uomini di Banchi sanno usare il fisico per chiudere le linee di passaggio e trovano buone spaziature per colpire da 3 col talento dei suoi attaccanti, Langford ovviamente su tutti: l’urto dei meneghini ribalta le gerarchie e inibisce la verve dei biancoverdi, che però cercano di rimanere attaccati con le unghie alla partita, alla quale si inscrive anche un positivo Jerrells. Nel finale di quarto la sfida a distanza Janning-Langford manda a referto i primi 20’ sul 44-37 Milano.  A inizio ripresa a dominare la scena è Gentile, su cui Crespi incolla Carter; la difesa senese fa grande fatica sul giro palla degli ospiti, che possono vantare un’enormità di soluzioni offensive differenti, a partire dal colosso Samuels sotto i ferri.  Haynes ha grandissima voglia di far pentire chi ha fatto a meno di lui, ed è il faro offensivo di Siena in un momento del match esaltante e combattuto. La differenza di energia difensiva tra le due squadre comincia però a farsi sentire e a volgere a favore della EA7 che conferma il vantaggio sul 66-59 di fine terzo quarto. Ress scalda i motori da 3 rendendo una polveriera il PalaEstra, ma ha di fronte un Samuels infermabile, pilastro dell’offensiva lombarda; Crespi si gode un super Ress e le prova tutte in difesa per limitare le medie dai 6.75 dei milanesi, che però non esitano a punire ogni minimo errori dei padroni di casa chiudendo la contesa con Gentile e Jerrells. Milano sbanca il Palaestra 85-74 e conferma il meritato primo posto in classifica, Siena chiude al secondo posto dimostrando orgoglio da vendere.

Montepaschi Siena 74 – EA7 Emporio Armani Milano 85 (24-18; 44-37; 66-59)

Montepaschi Siena: Viggiano  5, Hunter 6, Cournooh 14, Haynes 13 e 6 assist, Carter 8, Janning 11, Ress 9, Loftberg, Ortner 2, Nelson, Udom, Cometti. All: Crespi

EA7 Armani Milano: Gentile 19, Cerella  5, Meli 6, Hackett 2, Kangur, Langford 10, Samuels 23 e 28 di valutazione, Restelli, Wallace, Lawal, Moss 4, Jerrels 15. All: Banchi

MVP BasketItaly: Samardo Samuels

Tiri da 2 totali: Siena 62%, Milano 72 %

Tiri da 3 totali: Siena 29%, Milano 47%

Tiri liberi: Siena 79%, Milano 71%

Rimbalzi totali: Siena 24, Milano 29

Palle perse/recuperate:  Siena 10/4, Milano 16/4

Valutazione di squadra: Siena 65, Milano 96.

 

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *