Colpaccio Trento. L’Aquila con un decisivo Shields si prende gara-1 battendo la Reyer 78-80.

Come Brescia su Milano, anche Trento fa il colpo esterno conquistando il fattore campo a gara-1. La vince la Dolomiti Energia Trentino sull’Umana Reyer Venezia per 78-80 alla fine di un match intenso e caldo. Decisivo il canestro di Shavon Shields (27 punti alla fine) a 28”8 dal termine per il +3 Trentino che poi Venezia non è più riuscito a recuperare, nonostante alla fine abbia avuto il pallone della vittoria con Austin Daye (27+9 rimbalzi) a fil di sirena. Per Venezia pesano 15 palle perse a fronte delle 9 dell’Aquila, e un match perso ai dettagli contro l’energia e la solidità di Trento.

CRONACA_ In un caldo e sold-out PalaTaliercio, è positivo l’inizio degli ospiti con Forray e soprattutto Shields, risponde un brillante Daye, 9-12 dopo 5′. Venezia reagisce con un break di 9-2 propiziato da Haynes e una rubata di Tonut su Gutierrez (complice i fischietti del pubblico), 16-14 dopo 7′. Venezia si porta sul +4 con Haynes, ma Trento con la presenza nel pitturato di Hogue e la buona vena realizzativa di Gutierrez risponde colpo su colpo, ma è la Reyer a chiudere avanti il quarto sul 25-23 con Peric ai liberi. L’Aquila con un break di 0-7 a inizio seconda frazione ribalta il match, Daye e Watt segnano punti in area colorata, ma Trento con Flaccadori e Shields torna a fare male alla Reyer per il 29-34 al 14′, time-out De Raffaele. Shields è il solito perforatore della difesa casalinga per il 31-36, poi Venezia con un break di 6-0 guidato Haynes e tripla del solito generoso Cerella rimette la testa avanti per il 37-36 al 17′. Dopo il time-out di Buscaglia, Daye ci mette il solito mattoncino per la Reyer, ma Trento con Silins e, chi non se Shields, risponde sempre. Franke subisce fallo ingenuamente sul tiro da tre da Daye e fa 2/3 dalla lunetta per il +3 Aquila. Il canestro da sotto di Biligha chiude un equilibrato primo tempo sul 43-44 per Trento.
Si torna in campo e Venezia perde 4 palloni in 4′; nonostante un tecnico chiamato a Sutton e una tripla di Daye, sono gli ospiti con il solito Shields a trovare il +4 al 24′, 47-51. E’ un duello tutto tra Shields e Daye con il n°9 oro-granata a portare avanti Venezia sul 54-53 al 27′. Peric in attacco e Cerella in difesa gli danno una mano portando la Reyer sul 57-53 al 27′ complice un antisportivo chiamato a Gutierrez, time-out Buscaglia. Sutton riporta a contatto l’Aquila seppur sbagliando qualche libero di troppo (2/5 dalla lunetta nel frangente), 58-57 al 28′. Sosa segna in penetrazione per il +3, ma Sutton ai liberi e la tripla di Beto Gomes trovano il pareggio a fine terzo quarto sul 62-62. Ultimo quarto. Venezia va in difficoltà commettendo tre falli dopo 1’33” di gioco, Daye porta in vantaggio l’Umana a 6’50” con un 2+1 ma Shields e la tripla di Flaccadori ribaltano il match, 67-71 a 5’54” dal termine, time-out De Raffaele. La tripla di Haynes mette il -1 Reyer, ma Shields come una scheggia segna il +3 Trento a 4’29”. Gomes segna il +4 trentino a 2’05”, Bramos si sblocca con una tripla a 1’45” per il -1 Reyer. Poi dopo un istant replay con palla per Trento, Sutton sbaglia da sotto, Venezia perde palla con Peric, poi Shileds con una penetrazione porta il +3 Aquila a 28”8 dalla fine, time-out Reyer. Haynes sbaglia la prima tripla del pari, poi sbaglia la penetrazione a 13”4. Palla a Trento. Dopo il time-out di Buscaglia, ½ ai liberi di Silins a 11”7. Time-out Reyer e Daye segna la tripla della speranza lagunare a 6”9 dal termine. Time-out Trento. Shields fa ½ ai liberi a 5”5 dal termine sbagliando il secondo, Daye a tempo scaduto fallisce la tripla della vittoria Reyer. Finisce 78-80, gara-1 è di Trento.

MVP BasketItaly.it: Shavon Shields

Umana Reyer Venezia – Dolomiti Energia Trentino 78-80 ( 25-23; 43-44; 62-62)

Venezia: Haynes 13, Peric 10, Sosa 2, Bramos 3, Tonut 5, Daye 27, De Nicolao 4, Jenkins 2, Ress, Biligha 2, Cerella 4, Watt 6. Coach: Walter De Raffaele.

Trento: Franke 2, Sutton 13, Silins 3, Forray 6, Conti ne, Flaccadori 8, Gutierrez 8, E. Czumbel ne, Gomes 8, Hogue 5, Lechthaler ne, Shields 27. Coach: Maurizio Buscaglia.

Arbitri: Tolga Sahin , Lorenzo Baldini e Alessandro Vicino.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

25 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *