Home Serie A Caserta per la prima, Varese per una conferma

Caserta per la prima, Varese per una conferma

0

pallacanestro varese bologna

Nel turno prenatalizio si trovano di fronte la Pasta Reggia Caserta e la OpenjobMetis Varese. La squadra di casa è relegata all’ultimo posto in classifica senza ancora alcuna vittoria, gli ospiti invece si trovano quattro posizioni più avanti con un record di 4 successi e 6 sconfitte.

 

QUI CASERTA
Il pessimo avvio di stagione ha costretto la società a rimaneggiare fortemente il roster durante la settimana. Ancor prima però, sabato 13, l’incontro tra il presidente Barbagallo e il General Manager Atripaldi ha sancito la fine del rapporto tra il manager, a Caserta dal luglio 2013, e la società. La prima mossa è arrivata mercoledì 17 con la risoluzione del contratto che legava Frank Brandon Gaines ai bianconeri, poi l’interessamento verso Bozhidar Avramov e il raggiungimento dell’accordo con il giocatore nlla giornata di venerdì 19. Nello stesso comunicato la società dichiara di aver firmato anche Aleksandar Capin, entrambi i giocatori con un contratto fino al termine della stagione. A cui vanno aggiunti i precedenti e già rodati innesti di Antonutti, Tessitori e Ivanov.
Ora a Zare Markovski il compito di rimodellare la squadra e costruirne un’identità ancora non definita, partendo dalle poche certezze: in primis Sam Young, l’ala americana è il miglior marcatore del campionato (22.3) e anche settimana scorsa contro Milano ha tenuto a galla i suoi con 17 punti; l’esperienza di Marco Mordente, il capitano, e di Dejan Ivanov, che dovranno trasmettere fiducia ai compagni; inoltre sarà fondamentale riuscire ad andare oltre un gioco accettabile ma dare morale a tutto l’ambiente con una vittoria nelle prossime uscite.

QUI VARESE
La OpenjobMetis sembra aver ritovato la formula del successo, infatti dopo 6 sconfitte le due vittorie hanno fatto tornare il sorriso a squadra e tifosi, ora però il Poz cerca conferme in terra campana. L’ultimo successo è arrivato in casa con la Granarolo Bologna, partita non bellissima in cui però sono arrivate le forti risposte di Daniel e Eyenga alle richieste di incisività da parte di tutto l’ambiente varesino. Chi invece ha un po’ faticato nelle ultime gare (9, 11 e 12 punti) rispetto al grandissimo avvio di stagione è Diawara, che ha trovato difese sempre più concentrate su di lui negli ultimi incontri, lasciando spazio a nuovi protagonisti come Rautins (24 punti a Brindisi) e il già citato Eyenga (18 con Bologna). Banco di prova importante per il reparto piccoli, Robinson e Deane, che dovranno ancora una volta convincere il coach dando i giusti ritmi alla squadra.
Nel prepartita proprio Eyenga si è così espresso: “Saranno molto motivati e avranno l’apporto del loro pubblico. Noi andiamo lì concentratissimi per portare a casa i due punti. Non dobbiamo rilassarci e io cercherò di fare il mio meglio in difesa, soprattutto contro Young.”

Samuel Young Caserta

CHIAVE TATTICA
Markovski ha analizzato la partita dicendo: “Dobbiamo limitarci ad essere noi stessi, evitando quei cali che finora ci hanno impedito di conquistare la vittoria. Veniamo da dieci sconfitte e dobbiamo andare avanti consapevoli che dobbiamo fare di più. Inseriamo domani due nuovi elementi che devono aiutarci a gestire meglio i finali di gara. Soprattutto Chapin è un giocatore che può mettere in campo esperienza e leadership per aiutare i compagni a gestire i momenti decisivi della partita.” La chiave dell’incontro sarà dunque la capacità per Caserta di mantenere la concentrazione per tutta la partita, contando su un reparto esterni allungato e rafforzato. Varese invece cercherà di far valere i muscoli e l’atletismo dei vari Eyenga, Diawara, Daniel, Okoye a cui si aggiunge la tecnica di Rautins. Ex della partita e probabili protagonisti sono Capin e Ivanov, entrambi con un passato nella Città Giardino.

 © BasketItaly.it – Riproduzione riservata