fbpx

Capo d’Orlando doma Cantù e l’aggancia a quota 8

Hunt , Orlandina

Una grande Orlandina Basket batte 79-71 l’Acqua Vitasnella Cantù dopo un match intenso e, praticamente, sempre in equilibrio. La solita emergenza pregara, che ha costretto Griccioli a lavorare in 7 in settimana (Nicevic e Pecile ancora lontani dal rientro, Bianconi già disponibile dal prossimo lunedì), non ha comunque limitato il bel gioco e soprattutto non ha compromesso la conquista di questi due, fondamentali, punti utili per volare a +8 sull’ultima della classe, Caserta, che è arrivata ad un 0-10 preoccupante in campionato.

 

Cantù non trova dal suo terminale offensivo principale, Johnson-Odom, il giusto apporto per indirizzare la partita sui binari giusti, e l’ottima prova di Feldaine, autore di 23 punti (9/14 dal campo) e di canestri di pregevole fattura, non basta per addolcire questa domenica nera per coach Sacripanti ed il suo staff.

L’Upea, che da quando ha inserito Henry sembra aver trovato la giusta quadratura, gioca bene di squadra, passandosi la palla, innescando gli uomini giusti per comodi tiri e sfruttando, le lacune difensive di Cantù. Se infatti vogliamo trovare quella che può essere una delle cause principali della sconfitta dei canturini, questa è da ricercare nello scarso atteggiamento difensivo degli uomini di Sacripanti, soprattutto nei pick and roll giocati da Freeman e Henry nel secondo tempo: troppo spazio e poca cattiveria, ingredienti che non servono per vincere le partite, soprattutto quelle in trasferta.

Non c’è stato un vero e proprio protagonista di questa vittoria a strisce biancoazzurre, così come invece avremmo potuto scrivere in caso di vittoria di Cantù per James Feldeine: il successo è arrivato grazie ad un immenso contributo di Hunt nel primo tempo, che ha trascinato i suoi a suon di schiacciate e alleyoop, con i canestri di Henry e Freeman nel secondo, con l’intensità difensiva di Soragna e Basile, con i 5 punti di fila di Archie nel finale dopo una prova un po’ opaca. Tutti hanno dato il loro onesto contributo, tutti stanno dimostrando che anche se si è in situazione di emergenza, Capo d’Orlando in questo campionato può giocarsela con chiunque, come tra l’altro si evince dai risultati maturati al termine di ogni partita.

Cantù, alla terza sconfitta di fila, sta fornendo prestazioni troppo altalenanti: non può e non deve accontentarsi di un campionato anonimo, perché il potenziale di questa squadra è buono e la sua posizione in classifica, almeno al momento, non può considerarsi positiva.
Nel prossimo turno l’Acqua Vitasnella proverà a tornare alla vittoria contro la capolista, Venezia, che oggi è caduta in casa contro Reggio Emilia. Capo d’Orlando avrà di fronte a sé due trasferte, a Brindisi e poi a Milano, prima dell’attesissima ultima gara dell’anno contro la Varese del Poz, partita per la quale è previsto l’Orlandina Day (non saranno validi, solo per quella giornata, gli abbonamenti sottoscritti dai tifosi).

 

BasketItaly.it MVP: Dario Hunt. 15 punti, 7/9 al tiro, 9 rimbalzi, 4 stoppate, 28 di valutazione. Queste cifre e queste prestazioni continuano ad essere una costante per il prodotto di Nevada. Carica il pubblico con le sue schiacciate spettacolari, domina a rimbalzo e riesce, tranne in qualche occasione, a limitare le giocate offensive dei lunghi avversari. Poi, cancella qualsiasi pallone che si aggira dalle sue parti. Un giocatore in forte crescita, senza dimenticare che da quando Nicevic è fuori sta facendo reparto quasi da solo.

 

Upea Capo d’Orlando – Acqua Vitasnella Cantù 79-71 (15-23, 39-41, 55-55)

 

Capo d’Orlando: Archie 9, Freeman 21, Hunt 15, Basile, Motta n.e., Burgess 12, Henry 17,  Pappalardo n.e., Strati n.e.

Cantù: Johnson-Odom 8, Feldeine 23, Abass 1, Bloise n.e., Laganà, Maspero n.e., Jones 8 Shermadini 12, Hollis 5, Buva 5, Gentile 3, Williams 6

 

Tiri da due: Capo d’Orlando 24/40, 60% ; Cantù 24/45, 53%

Tiri da tre: Capo d’Orlando 5/23, 22% ; Cantù 5/21, 24%

Tiri liberi: Capo d’Orlando 16/21, 76% ; Cantù 8/12, 67%

Rimbalzi: Capo d’Orlando 32 (23 dif., 9 off.) ; Cantù 39 (26 dif., 13 off.)

Assist: Capo d’Orlando 14, Cantù 9

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *