Home Serie A Caos in Lega per l’accordo con la FIBA: Marino pressa, 8 club si ribellano, procedure stravolte

Caos in Lega per l’accordo con la FIBA: Marino pressa, 8 club si ribellano, procedure stravolte

0

Presentazione playoff & Lega Basket Awards, fernando marino

La ‘guerra fredda’ tra l’Euroleague e la FIBA, per la nascita sempre più probabile di una nuova coppa europea per club denominata Champions League Basketball a cura della FIBA, si arricchisce di un nuovo capitolo. Ed è tutto nostrano, all’interno della Lega italiana. Così come riporta stamani “La Gazzetta dello Sport”, la giornata di ieri è stata una vera e propria odissea per i vertici della Legabasket e i club. Il presidente Fernando Marino, avrebbe inviato una mail a tutti i club, informandoli del versamento di 4.381 euro sui conti FIBA, per diventare azionisti del 4.75% delle quote della ‘NewCo Fiba’, ente che gestirà la Basketball Champions League.

Tutto ciò però senza previa autorizzazione da parte dell’Assemblea di Lega, facendo scatenare di fatto il dissenso di 8 club, tra cui Reggio Emilia (le altre non vengono riportate, ndr). Le società in questione hanno però ribadito la posizione emersa dall’ultima assemblea dello scorso 20 Febbraio, delineando una linea di stand-by, in attesa che la disputa tra i due organismi venga resa più chiara dal Tribunale a cui si sono rivolti. Nel pomeriggio Marino avrebbe insistito, inviando un fascicolo di 24 pagine, tutte in inglese, dove veniva evidenziata l’assenza di vincoli, chiedendo poi una votazione via mail entro le 9 di Martedì mattina. Una procedura non riportata nel regolamento della Legabasket e di impossibile attuazione per i club, visto il tempo ancor più ridotto pensando alla traduzione del vasto plico di clausole e regole da parte degli avvocati. Un vicolo cieco, poi rattoppato dal presidente in serata, chiedendo alla FIBA una deroga, subordinando la sottoscrizione delle quote alla decisione stabilita in una prossima assemblea di Lega. Un vero e proprio caos.