fbpx

Cantù soffre per 35 minuti, poi Smith e Culpepper ingranano la marcia e conquistano i playoff

Esce a testa alta l’Happy Casa Brindisi dal PalaDesio, che pur senza poter contare sul centro Lydeka ha messo in seria difficoltà i padroni di casa della Red October prima di arrendersi negli spiccioli di gioco. La squadra di coach Sodini non si impone sugli avversari da subito, ma quando Thomas e Burns prima, e Smith e Culpepper poi riescono a battere il muro brindisino non c’è storia per il gruppo di Vitucci. Termina il match sul 98-85 e festeggia Cantù con il suo pubblico per la conquista di un posto nei playoff (come settima classificata).

Top scorer per i lombardi è Thomas a quota 22 punti, segue Culpepper a 21 e la doppia doppia di Burns con 19 punti e 10 rimbalzi totali. Dall’altra parte prestazione di tutto rispetto per Iannuzzi con 16 punti, 7 rimbalzi e ben 6 assist. Il miglior marcatore biancazzurro è Smith con 23 punti e 6 assist in 28 minuti; chiudono il cerchio Suggs e Mesicek entrambi a referto con 14 punti.

 

Parte forte l’Happy Casa che dopo cinque minuti di gioco trova il primo mini vantaggio del match; i biancazzurri difendono bene e si creano buoni spazi in attacco, mentre Cantù è sfortunata al tiro dalla lunga distanza. Il gioco a due tra Smith e Iannuzzi distrae la difesa dei lombardi, Cournooh ci mette una pezza con il tiro dall’angolo ed è 23-28 alla fine del primo quarto.

Brindisi viene ancora guidata da Iannuzzi (16 pt in 18 min) e firma il +8 dopo due minuti, ma il mini parziale di Culpepper con la tripla più il fallo subito riapre i giochi in un amen. La partita diviene equilibrata, i brindisini sprecano più di qualche azione mentre Cantù impatta dalla lunetta sul -2 a un minuto dall’intervallo. Smith d’autorità riporta in avanti gli ospiti, poi arriva la schiacciata di Burns sul finire del tempo. 50 pari e tutto da rifare.

Culpepper e Thomas firmano rapidi il primo vantaggio della gara per i padroni di casa, Smith e Giuri si fanno trovare pronti dalla lunga distanza; partita che sale d’intensità con i botta e risposta in entrambe le metà campo. La tripla di Burns segna il +4 canturino, ma ancora Smith sentenzia e punisce i lombardi (3/4 da 3). Brindisi perde palloni importanti ma resta attaccata ai canturini. 70-67 alla fine del terzo quarto.

La Red October cambia strategia e tiene alta la difesa, mandando in confusione gli ospiti; poi arriva il mini parziale 5-0 che porta la firma della coppia Suggs-Mesicek, riportando i pugliesi sulla parità e costringendo Sodini all’immediato time out. Cantù prova ad allargare le distanze ma puntualmente i biancazzurri le stanno addosso non concedendo sconti. Ben presto però l’Happy Casa già stanca e carica di falli molla la presa nei minuti finali, quando Culpepper e Smith prendono la rincorsa e vedono il canestro come una vasca da bagno. E’ fatta al 40’ per i padroni di casa che ora affronteranno l’Olimpia Milano nella post season.

 

 

Tabellini

CANTU’: Smith 17, Culpepper 21, Pappalardo 0, Cournooh 7, Parrillo 2, Chappel 6, Burns 19, Thomas 22, Ellis 4.
BRINDISI: Suggs 14, Mesicek 14, Smith 23, Tepic 6, Cardillo 4, Sirakov 0, Iannuzzi 16, Giuri 8, Petracca 0.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *