Cantù intenzionata a mandare Nicola Brienza in panchina contro la Reggiana.

La Acqua S. Bernardo Pallacanestro Cantù non si ferma assolutamente. Secondo La Provincia e il Corriere di Como, dopo il colpo di mano della LBA che ha rifiutato il deposito del contratto di Nicola Brienza, il club comasco è intenzionata a mandare comunque l’attuale assistente in panchina questa sera nel match contro la Reggiana «ritenendo di non essere nel torto».

Queste le parole della società brianzola a Il Corriere di Como. “Abbiamo fatto le necessarie valutazioni e coach Brienza sarà regolarmente in panchina a guidare la squadra. Per quanto ci riguarda, il parere federale, che deriva da un pronunciamento del giudice e da una sentenza, è prevalente e il coach sarà al suo posto.”

La Legabasket ha di fatto ribaltato il parere della Corte Federale, che aveva accordato il cambio di status da assistente a primo allenatore a Nicola Brienza. Nell’eventualità la San Bernardo ottemperasse alla disposizione della Lega, Brienza si accomoderà in tribuna e a fungere da allenatore sarà il capitano Ike Udanoh.

Ma la Pallacanestro Cantù, a quanto riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, minaccerebbe di passare alle vie legali. Comunque, in mattinata proseguiranno i confronti trilaterali e si potranno avere sviluppi.

Resta il caos totale e la rosea ipotizza il “rischio di spaccatura forte tra Lega e FIP”.