fbpx

Il nuovo GM di Brindisi: “Potremmo concludere una trattativa in 7-10 giorni”.

Dalla conferenza stampa di questa mattina, riguardo il mercato dell’Enel Basket Brindisi ben poco è trapelato dalle parole del Presidente Marino mentre il nuovo General Manager Alessandro Giuliani ha lasciato intendere che Brindisi è ben vigile su un mercato giocatori che vive una fase di stallo.

Brindisi ha già piazzato il primo colpo con il rinnovo di Cedric Simmons: a detta del Presidente Marino il centro americano con passaporto bulgaro è al centro di molte richieste che giungono in contrada Masseriola ma che vengono puntualmente rifiutate.

Diversa è la situazione di Matteo Formenti che, seppur forte di un altro anno di contratto con la società pugliese, sembrerebbe non rientrare più nei piani tecnici a causa della scelta di puntare sul 3+4+5 che garantirebbe il tesseramento di 7 stranieri: due sono i possibilii scenari. La società potrebbe proporre a Formenti una ulteriore riduzione dell’ingaggio oppure si potrebbe giungere ad una risoluzione consensuale del contratto di fronte ad un’offerta economica più conveniente che arrivi per il giocatore.

Durante la conferenza di stamane il nuovo GM Alessandro Giuliani, che ha raccolto la pesante eredità di Santi Puglisi, ha dichiarato: “Entro 7-10 giorni potremmo chiudere la prima trattativa. Ma se questo non dovesse accadere non si devono generare allarmismi perchè il mercato vive una fase di stallo anche a causa della scadenza del contratto collettivo dei giocatori.”

Principale indiziato è Delroy James fratello del più conosciuto Shawn James (attualmente al Maccabi Tel Aviv). Ala grande che ha appena trascorso a Ferentino la sua prima intera stagione in Europa. Classe 1987 si dice di lui che sia un bravissimo ragazzo con tanta fama di arrivare nel basket che conta e che vede proprio nel fratello Shawn il modello da seguire. Dotato di buon atletismo, con Ferentino ha peccato leggermente di continuità ma considerando che si trattava della sua prima stagione fuori dagli States (eccezion fatta per una breve parentesi in Israele) i margini di miglioramento sono molto ampi sotto questo punto di vista. Le sue statistiche nel database di Giuliani reciterebbero così : 26 anni, ala grande, 16 punti a partita in 30 minuti di gioco, 53,8% da due, 33,7% da tre, 74% dalla lunetta, 6 rimbalzi ed una stoppata a partita. Saldo palle recuperate in attivo rispetto quelle perse (2,9 – 2,3). Infine 2 assist per un 17,9 di valutazione media.

Non ci stupiremo peò se la New Basket Brindisi firmasse un giocatore il cui nome non è trapelato in nessuna chiacchera tra addetti ai lavori, infatti la società brindisina ci ha fin troppo spesso abituato a lavorare a fari spenti salvo poi divulgare il nome quando i giochi sono già fatti.

Non ci resta che attendere…

 

Antonio Magrì
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *