Brindisi – Torino, Sacchetti: “La squadra ha dimostrato carattere”

meo-sacchetti-brindisi-2016-10-23

Le parole dei due coach in sala stampa dopo la gara di Brindisi – Torino, conclusasi con la vittoria dei biancazzurri.

 

Coach Sacchetti: “Sicuramente la squadra ha avuto carattere; non era facile dopo un primo tempo in cui loro hanno fatto molti canestri da tre punti mentre noi abbiamo fatto una pessima transizione. Abbiamo cercato di metterci sotto battaglia contro un’ottima squadra. Penso che la differenza si racchiuda nei punti concessi, 35 solo nel primo quarto e 26 in tutto il secondo tempo. Siamo ancora un pò “teneri” perché molti non sono abituati al basket italiano, come M’Baye che viene da tre stagioni in Giappone o i rookie, che non hanno questa malizia. Questa cattiveria sportiva è invece la forza di Cardillo ed era giusto che fosse premiato in campo con quel tiro da tre di tabella; ci vuole che ogni tanto qualcuno dall’alto dia dei segnali giusti a una persona che li merita. Abbiamo tirato fuori quello che abbiamo, speriamo che questo ci serva per la mentalità che dobbiamo portare avanti, al di là della vittoria e dei due punti. Ho tirato un po’ il collo a Goss, mentre ho deciso di non far rientrare più Spanghero perché eravamo in un momento buono e non volevo arrivassero passaggi a vuoto, sono scelte di gioco. Ci hanno frastornato all’inizio per merito loro e demerito nostro. E’ logico che abbiamo da migliorare perché solo certe volte riesci a recuperare un gap così, ma contro una squadra che ha più durezza mentale è difficile recuperare sul -15, non possiamo permetterci sempre di fare così e non penso che succederà molte volte”.

 

Coach Vitucci: “Per noi questa è una sconfitta molto amara perché abbiamo giocato una buona partita, anche se i numeri possono dire qualcosa. Al di là di un primo quarto dove abbiamo sfruttato molto bene gli spazi che ci sono stati concessi con percentuali alte, poi abbiamo iniziato a sciupare verso la fine di secondo quarto, regalando canestro e fallo e rimessa. Sul ritorno di Brindisi abbiamo fatto troppi errori, 16 palle perse è il numero più eclatante. Dovevamo essere più consistenti nei tiri e in attacco abbiamo prodotto poco. Non è la prima volta che ci succede di sprecare, ci stava già costando tantissimo contro Cremona la settimana scorsa. Gli errori in questo sport ci stanno, ma ci vuole più durezza mentale per tutti i 40 minuti e più consistenza per giocare ogni azione e non pezzi di partita. Abbiamo cercato di mettere più dentro White nel secondo tempo anche se non l’ha fatto con grande continuità, ma non direi che il risultato finale sia dipeso da lui”.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *