Brindisi tenta l’impresa con la Reyer Venezia

Decima giornata di campionato e scontro tra due delle tre migliori squadre per assist e difesa della stagione: da una parte la Reyer Venezia, favorita sulla carta seppur reduce da due sconfitte (tra campionato e Champions League) e dall’altra l’Happy Casa Brindisi, anch’essa fermata amaramente in casa dalla Grissin Bon Reggio Emilia. Due inoltre i volti degli ex in questa sfida: coach Vitucci, veneziano di nascita ma che non ha mai battuto il collega De Raffaele, e Marco Giuri, play-guardia brindisino alla sua prima avventura nella laguna.
Diretta della gara su Eurosport Player e fischio d’inizio alle ore 18:00.

 

 

QUI VENEZIA: Nell’ultima gara casalinga la Reyer ha ceduto nel finale contro un’ostica Varese, allontanandosi di quattro punti in classifica dalla capolista Milano; poi è arrivata la sconfitta in Champions League a Salonicco, contro l’ex oro granata Phil Goss. Ora è tempo di riscattarsi, giocando ancora tra le mura amiche per affrontare l’Happy Casa.
“Brindisi è una squadra che sta facendo molto bene al di là delle ultime due partite, ha giocatori di talento a cui piace correre in tutto il campo”, ha affermato coach De Raffaele in conferenza stampa.

“Noi dobbiamo affrontare questa partita ripartendo da ciò che di buono è stato fatto a Salonicco, soprattutto dall’atteggiamento che abbiamo avuto nel ritrovare la solidità difensiva, aggressività e presenza al rimbalzo. Non so se avremo Tonut perché è ancora dolente alla caviglia, mentre Stone, che è volato negli Usa per motivi famigliari, sta rientrando ma non abbiamo la garanzia che possa esserci. Valuteremo la formazione e faremo molta attenzione alle nostre scelte in base alla situazione di domenica”.

 

QUI BRINDISI: C’è del rammarico per aver perso le ultime due partite, e in particolare quella interna contro Reggio Emilia, quest’ultima più decisa e motivata a conquistare la vittoria. “Dovevamo assolutamente prendere in mano il pallino del gioco ma ci è mancata quella forza necessaria per portare a casa la partita, con questa occasione sciupata abbiamo rovinato un po’ il nostro cammino”, aveva espresso coach Vitucci in sala stampa al termine del match.

Nonostante l’amaro in bocca Brindisi resta comunque nella parte alta della classifica a quota 10 punti, appena dietro Cremona, Varese e Avellino (tutte e tre con 12 punti). I pugliesi partono ora alla volta di Venezia, dove ritroveranno il brindisino ex maglia biancazzurra Marco Giuri e tenteranno l’impresa al Taliercio prima di prepararsi a due sfide interne consecutive.
Il tecnico dell’Happy Casa continua perciò a spronare i suoi: “Adesso ci dobbiamo rimettere a lavorare a testa bassa ritornando mentalmente ai nostri obiettivi primari visti anche i risultati delle altre squadre”.