fbpx

Brindisi-Reggio in sala stampa. Bucchi: “Pagata la tensione”, Menetti: “Lo dovevamo ai nostri tifosi”

Massimiliano Menetti Reggio Emilia

La Grissin Bon Reggio Emilia è riuscita ad espugnare il PalaPentassuglia di Brindisi, riportando così la serie sul 2-2. Saltato nuovamente il fattore campo, ora tutto si deciderà nella gara 5 del PalaBigi in programma nella serata di domani. Queste sono le parole dei coach dichiarate in sala stampa dopo gara 4.

 

Coach Menetti: “Abbiamo disputato una partita fantastica, con grande confidenza e consapevolezza. Ce ne siamo dati anche oggi di santa ragione ma con estrema correttezza, tanto che non c’è stato mai nervosismo tra i giocatori. Dovevamo ai nostri tifosi di riportare la serie a Reggio, lo dovevamo per noi e per la nostra annata, ora però loro devono qualcosa a noi e farci trovare un PalaBigi come non mai. Kaukenas il basket lo insegna ancora a tutti, ma può far di più così come Silins che si è ritrovato oggi nelle cose più semplici. Da sottolineare la prova di Mussini che a 19 anni ha disputato una gara di gran livello con grande piglio. Ora dobbiamo spingerci oltre ogni limite”.

Coach Bucchi: “Questo è il bello e il brutto dei playoff, si può vincere o perdere ma ora c’è da disputare una gara 5 con rinnovato entusiasmo, fiducia e determinazione convinti nei nostri mezzi. Abbiamo subito la tensione ed eravamo molto nervosi sin dalla palla a due. Merito anche di Reggio che ha una squadra esperta e di gran valore che punta ad arrivare in Eurolega. Oggi abbiamo fatto fatica a trovare un giocatore che ci trascinasse e non abbiamo trovato il ritmo delle gare scorse. Ora le emozioni si sovvertono, loro avranno tutta la pressione di giocare e vincere in casa. Dovremo essere capaci di soffrire, sarà una partita dura in un ambiente difficile ma quest’anno abbiamo vinto tanto in trasferta, non abbiamo paura”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *