fbpx

Brindisi, l’orgoglio di coach Bucchi: “Nonostante tutto, non abbiamo mai mollato”

Piero Bucchi, 100 panchine con la Enel Brindisi

L’Enel Brindisi torna dall’improba trasferta lombarda, che l’ha vista capitolare nella fortezza del Pianella, catino finora inespugnabile per gli avversari giunti in casa dell’Acqua Vitasnella Cantù, con la consapevolezza di aver dato il 100%, e non poter fare molto di più, viste le pesantissime assenze di Dyson, Todic su tutti e non potendo contare inoltre sull’utilizzo dell’italiano Matteo Formenti.

Sono le dichiarazioni a fine partita di coach Piero Bucchi, giunto alla 100°esima gara sulla panchina biancoazzurra, a certificare lo stato d’animo con il quale la sua squadra pur menomata, è scesa in campo e si è battuta fino all’ultimo secondo (cliccca qui per rivivere le emozioni del match). Proponiamo qui di seguito le parole dell’allenatore brindisino, riportate direttamente dal sito ufficiale dei padroni di casa: “Nonostante il risultato sono soddisfatto di come la mia squadra ha reagito dato che non abbiamo mai mollato la presa, nemmeno quando eravamo sotto di molti punti. Cantù in casa è una squadra che sa giocare davvero bene e non a caso qui non ha mai perso. A noi invece oggi mancavano  ben tre giocatori di cui due, come Dyson e Todic, sono rispettivamente play e centro titolare. E’chiaro che gestire queste assenze è stato impegnativo anche perché Jackson deve capire come riuscire ad aiutare maggiormente la nostra formazione. Adesso la nostra priorità è cercare di recuperare gli infortunati. Credo comunque che i ragazzi abbiano avuto una giusta reazione. E’ necessario ripartire da qua, con la coscienza che non eravamo nelle migliori condizioni per affrontare una partita che sarebbe stata difficile anche se la mia squadra fosse stata al completo”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *