Brindisi – Cantù, un nuovo capitolo di una saga avvincente

Le sfide tra Cantù e Brindisi hanno sempre un qualcosa di speciale, una sorta di alchimia che lega le due formazioni.
Tutto ebbe inizio nella stagione 2017-2018, quando all’ultimo atto del girone di andata Charles Thomas, con un canestro ai limiti dell’inverosimile, regala ai canturini l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia.
Sempre in quella fortunata stagione i brianzoli riuscirono a battere i brindisini all’ultima giornata di regular season centrando così la post season.
Anche nella stagione seguente la sfida tra queste due squadre regalo emozioni pazzesche. All’andata i pugliesi si imposero per 76-59 trascinati, ironia della sorte propio da Wes Clark che oggi veste la canotta canturina.
Ma come arrivano le due formazioni all’incontro di domani?
Brindisi arriva da un buon terzo posto in Supercoppa dopo aver battuto Cremona per 84-87.
Assenza importante però, quella di Tyler Stone, guarda caso anche lui ex del match, che molto probabilmente ne avrà ancora per una ventina di giorni.
Al suo posto molto probabilmente giocherà Radosavljevic.
Cantù invece arriva da una pre-season molto positiva (6 successi su 8 gare disputate).
Una squadra che si presenta ai blocchi di partenza con diverse novità una su tutti il nuovo capitano, Andrea La Torre.
Altra novità molto importante è l’ingresso in squadra di Gabriele Procida 17 anni e tanta voglia di stupire.
Tra i volti nuovi Jason Burnell è sicuramente quello più atteso, il suo precampionato infatti ha regalato giocate di altissimo livello e siamo certi che vorrà ripetersi alla grande.
Gli ingredienti per un match entusiasmante ci sono tutti, e siamo sicuri che Cantù e Brindisi rispetteranno le aspettative.
Domani sera palla a due alle 20:30 al Pala Pentassiglia