Home Serie A Brindisi batte Cremona ma perde il Bullo MVP: il countdown!

Brindisi batte Cremona ma perde il Bullo MVP: il countdown!

0

Massimo BulleriBrindisi espugna Cremona e la Vanoli interrompe così a 4 la sua striscia di risultati utili consecutivi. Il Bullo è incontenibile ma il suo ginocchio fa crack. Dyson vince il duello contro Woodside e James e Todic dominano nel pitturato e mantengono in testa alla classifica la Stella del Sud, rivelazione del campionato. Bucchi festeggia con una vittoria la sua cinquecentesima panchina in LegaA! Riviviamo il match tra Cremona e Brindisi con l’entusiasmante countdown di BasketItaly!

 

10 in negativo il plus minus di Ben Woodside, metronomo della squadra di Pancotto che perde il confronto contro Jerome Dyson. L’atteso duello tra i due è stato poco spettacolare ma Ben è quello che ne esce peggio: 2/5 da due, 0/4 da tre, 1/2 ai liberi , 5 rimbalzi e un solo assist ma anche 5 perse ed una stoppata subita. La sua valutazione dice -1: serata da dimenticare!

9 i punti dell’ex Klaudio Ndoja che parte dalla panca ma dimostra di meritare tutti i 22 minuti che coach Pancotto gli concede. Entra in campo e piazza immediatamente la tripla dall’angolo punendo un ritardo difensivo di Delroy James. Dimostra la solita grinta che lo contraddistingue e prova a suonare la sveglia: purtroppo i compagni di squadra non seguono l’esempio.

8 al Bullo MVP del match con il suo 100% al tiro che vale 12 punti(3/3 da due e 2/2 da tre) in 11 minuti. Spacca in due la partita con classe da vendere ma purtroppo un infortunio al ginocchio lo mette fuori causa: speriamo non ci sia nulla di grave! #FORZABULLO!

7 il voto di JJ alias Jarrius Jackson baluardo della Vanoli Cremona che chiude segnando 17 dei 53 punti della sua squadra. Il numero #13 conquista anche 4 rimbalzi, recupera 2 palloni e serve due assist. La sua valutazione è di 19: la più alta dell’incontro.

6 tiri presi da Curtis Kelly e tutti sbagliati. 13 minuti da incubo offensivo per il centro newyorkese di Cremona che deve anche subire una stoppata da Delroy James. Una prestazione incolore per Curtis Kelly dopo 5 buone prestazioni. Passo falso.

5cento come le panchine di coach Bucchi che festeggia a Cremona un importante dato statistico con una vittoria che vale due punti d’oro. Il coach bolognese recita a Brindisi un ruolo importante all’interno del progetto ma i risultati di questa stagione stanno andando oltre ogni più rosea aspettativa.

4 i punti per Donatas Zavackas che in 20 minuti conquista anche 6 rimbalzi. L’ala lituana conferma la sua preferenza verso il tiro da tre nei confronti dell’attacco al ferro: purtroppo chiude con un misero 1/5 dal campo al quale aggiunge un libero realizzato. 

3 americani in doppia cifra per Brindisi: Jerome Dyson (14) dimostra a tratti di essere troppo disordinato(6 perse) ma vince il duello contro Woodside. Ron Lewis (12) tira col 50% dal campo ma anche lui partecipa di diritto alla festa dei turnovers (5 perse per lui!). Mike Snaer (10) invece ha dimostrato grande solidità in entrambe le metà campo: buona prestazione difensiva e un paio di triple chirurgiche dopo un avvio incerto.   

2 le schiacciate a testa per Delroy James e Miro Todic, i pilastri dell’Enel Brindisi capaci di tirare giù rispettivamente 11 e 9 rimbalzi. DJ mette a referto 4 punti mentre il bosniaco si alza dalla panca e accarezza la doppia doppia chiudendo con un 9+9.

1 la tripla messa a segno su sei tentativi da Jason Rich che (non ci crederete!) alza la sua percentuale stagionale dal tiro coi piedi oltre l’arco che ora è pari al 14.9%! JRich, al rientro dall’infortunio, mette a referto 11 punti e tira giù 8 rimbalzi. Le tre palle perse e le basse percentuali al tiro abbassano la sua valutazione a  5.

0 punti per Zero aka Andrea Zerini, cardine della difesa dei viaggianti. Nessun tiro a canestro tentato ma straordinari difensivi per il buon Andrea che intimidisce gli avversari nel pitturato e contiene quasi tutte le penetrazioni degli esterni marchiati Vanoli. 6 rimbalzi, una stoppata, una recuperata e un assist per un’ottima prestazione del pupillo di coach Bucchi.