fbpx

Black out Trieste dopo l’intervallo e Cremona ne approfitta per scappare

Vanoli Basket Cremona e Pallacanestro Trieste hanno un avvio a rilento, con basse percentuali al tiro. Le difese si studiano. 38-38 all’intervallo. Si mettono in mostra Kodi Justice e Ethan Happ

Gli ospiti, dopo l’intervallo, rimangono mentalmente in spogliatoio e i padroni di casa ne approfittano per scappare. Troppo fievoli le fiammate innescate prima da Jones e poi da Peric. I lombardi aggiustano le percentuali al tiro e approfittano di tutti gli errori triestini per trovare facili soluzioni. Sotto canestro dominano nettamente a rimbalzo (51 a 34). Dalmasson le prova tutte, persino la carta Janelidze, ma non c’è proprio nulla da fare.

Il neo acquisto della Vanoli, Happ, si è dimostrato decisamente il migliore in campo, in doppia doppia con 25 di valutazione. A Trieste non basta un’ottimo Peric e nemmeno un Kodi Justice molto ispirato.

Dopo la sconfitta si complica maggiormente la situazione dei giuliani che rimangono ancorati alla penultima posizione, per i cremonesi, invece, un passo avanti per avvicinarsi alla qualificazione per la Coppa Italia.

VANOLI BASKET CREMONA – PALLACANESTRO TRIESTE 88-78 (22-21/ 38-38/ 66-55)

Cremona: Saunders 12+8r, Mathews 10, Zanotti ne, Sanguinetti 3, Gazzotti ne, Ruzzier16, Sobin 9, De Vico 2, Happ 19+11r+4a, Stojanovic 7, Palmi, Akele 10 (2/2, 2/3)

Trieste: Coronica 2, Cooke 4, Peric 17 (7/9, 0/1, 3/4), Jones 10, Arnaldo ne, Strautins 2, Janelidze 2, Cavaliero, Da Ros 5+6r, Mitchell 7+7r, Elmore 11, Justice 18