Avellino-Venezia, obiettivo iniziare la stagione con la vittoria

Frank Vitucci

Finalmente si ricomincia! Dopo quasi 5 mesi dall’entusiasmante gara 7 di Milano-Siena che ha consegnato lo scudo dopo un digiuno di 18 anni all’Olimpia, riparte il campionato di Beko Serie A, annata 2014/2015, introdotto come tradizione dalla Supercoppa quest’anno conquistata da parte di Sassari su Milano. In seguito al consueto anticipo del sabato sera con Milano ospite di Cremona, domenica 12 Ottobre scendono in campo tutte le altre squadre. Al PalaDelMauro di Avellino (palla a due ore 18:15) si affronteranno i padroni di casa della Sidigas Scandone contro l’Umana Reyer Venezia.
 
Qui Venezia: La Reyer è reduce da un’abbondante rifondazione dopo aver concluso lo scorso campionato sotto le aspettative, confermando solo l’ala croata Hrvoje Peric e affidandosi al tecnico Carlo “Charlie” Recalcati: la sua esperienza e la sua presenza garantiscono sempre sostanza e intelligenza per le sue squadre. Tra i giocatori tante le novità a partire dall’ultimo arrivato, il playmaker Julyan Stone, giunto alla Reyer dopo che Lorenzo Brown non è risultato idoneo all’attività sportiva. L’ex Denver Nuggets ha giocato solo tre partite di pre-season tra le quali le due al Torneo di Jesolo dove è risultato Mvp, ma rimane tutto da scoprire, da lui naturalmente passerà il gioco. Al suo fianco l’esperta guardia ex Roma Phil Goss, in estate bersagliato da guai muscolari, sempre valida esperienza quanto i tre ex Siena Jeff Viggiano, Tomas Ress e Ben Ortner, giocatori di sostanza che alla Reyer lo scorso anno è completamente mancata. Sotto canestro c’è l’ex Caserta Cameron Moore, discontinuo in pre-campionato ma sempre grandi mezzi atletici e tecnici, mentre dalla panca parte l’ala lituana Deividas Dulkys, ottimo tiratore già una certezza in pre-season. Completano il roster i giovani Michele Ruzzier, play classe ’93 buona personalità nell’amichevole contro l’Olympiacos, e Marco Ceron, buon attaccante nelle serie minori e atteso al salto di qualità.
 
Qui Avellino: Come Venezia, anche la Scandone ha attraversato un estate di rivoluzione, non solo nel roster ma anche nell’area dirigenziale con Luigi Carbone nuovo responsabile operativo al posto di Marco Aloi. A fianco del confermato Francesco “Frank” Vitucci è arrivato come assistant coach Stefano Bizzozi che sostituisce Gianluca Tucci. La squadra è stata l’ultima a partire delle 16 del campionato, ma la rosa appare competitiva e compatta con una chimica piuttosto chiara. Il reparto guardie passa dalla coppia Sundiata Gaines-Adrian Banks, mentre dalla panca parte l’unico confermato dell’anno passato, il neo capitano Daniele Cavaliero, e il caraibico Junior Cadougan. In mezzo l’atletismo dell’ala ungherese Adam Hanga, dietro alla coppia di lunghi formata da Justin Harper, buon innesto molto futuribile, e da O.D. Anosike, miglior rimbalzista lo scorso anno con Pesaro arrivato dalla VL insieme a Marc Trasolini. Il roster è completato dagli italiani Riccardo Cortese, ala ex Pistoia, e il pivot Luca Lechtaler, in uscita da Trento.
 
I punti in palio al PalaDelMauro sono già pesanti e sulla carta il confronto pare equilibrato tra due compagini che hanno voglia di lasciare il loro segno nel campionato. Vincerà la gara chi saprà essere più squadra nonostante i tanti cambiamenti che sono avvenuti negli ultimi mesi.
 
Quello di domenica sarà comunque anche un match speciale fuori dal campo con il ritrovo tra le due tifoserie, Panthers 1976 Venezia e Original Fans 1999 Avellino, legate da una profonda amicizia. Un gesto importante che è diventato una sorta di appuntamento fisso in occasione dei match di campionato che si disputano tra Scandone e Reyer per trascorrere insieme la giornata. Una bella pagina per il movimento cestistico, una di quelle storie che ti fanno riconciliare con il mondo dello sport.
 
Entrambi gli ex dell’incontro sono della Sidigas: il coach Francesco “ Frank ” Vitucci, è veneziano di nascita, dal 1986 al 1994 vice-allenatore e dal 1994 al 1996 capo allenatore della Reyer che condusse nella promozione in A1 poi vanificata dal fallimento della stessa società che per fortuna è poi riuscita a risalire dopo quasi 20 anni nella massima categoria. Luca Lechtaler ha invece militato a Venezia nella seconda parte della stagione 2010-2011 in LegaDue conquistando la Serie A.
 
BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *