Home Serie A Avellino-Siena: irpini per il prestigio, senesi per migliorare la classifica

Avellino-Siena: irpini per il prestigio, senesi per migliorare la classifica

0

Nel giorno di Pasquetta si affronteranno sulle tavole del PaladelMauro i padroni di casa della Sidigas Avellino contro i campioni d’Italia della Montepaschi Siena. Palla a due ore 20 con la diretta di Raisport per tutti gli appassionati e non per seguire la gara in tv. Motivazioni diverse nella gara di domani con i campani che ricercano una vittoria di prestigio per mettere il punto esclamativo al loro ottimo ultimo periodo di campionato, mentre per i senesi due punti da conquistare per vincere il confronto incrociato per la quarta piazza in classifica con le lombarde Cantù e Milano.

Gli irpini tornano a calcare il campo di casa dopo tre gare in trasferta consecutive, nelle quali i lupi si sono imposti a Biella e Brindisi, mentre nell’ultima gara sono stati sconfitti nel recupero della quinta di ritorno a Casalecchio dalla Virtus Bologna. La sconfitta bolognese ha spezzato la serie di cinque vittorie consecutive, grazie alla quale gli uomini di coach Pancotto hanno messo in cassaforte la salvezza, che sembrava molto difficile da centrare non più di cinquanta giorni fa, quando alla vigilia della gara interna contro Cantù gli irpini erano ultimi in classifica con Biella e Pesaro, e virtualmente retrocessi causa una classifica avulsa avversa. La squadra irpina nelle ultime gare è riuscita a vincere facendo a meno di giocatori del calibro di Johnson, Lakovic ed Ivanov, che stanno recuperando dai rispettivi problemi fisici, ma la loro presenza in campo dovrà essere valutata fino all’immediate vicinanze della contesa iniziale. A naso dovrebbe essere sicuramente della partita Lakovic, mentre se Ivanov e Linton Johnson dovessero andare a referto, l’escluso a quel punto dai 12 dovrebbe essere Brandon Brown, ma l’impiego concomitante del bulgaro e dell’ex Nba al momento appare l’ipotesi più difficile. Coach Pancotto presenta così la sfida ai pluricampioni della nostra lega: “Ci aspetta una partita che è un evento, perché quando si incontra Siena giochi contro la squadra mentalmente più forte degli ultimi anni. E’ un team di Eurolega, di grande mentalità, con una base societaria solida, iniziata e costruita negli anni da Minucci. E’ una squadra fisica, lunga, con talento. Aver giocato quattro partite in 14 giorni, di cui le ultime tre in trasferta, contribuisce a rendere questa partita particolarmente importante e speriamo che il pubblico riempia il PalaDelMauro, vista anche la giornata di festa. Abbiamo bisogno di una partita determinata: questo è il nostro obiettivo. Dobbiamo esprimere difesa, che deve essere il nostro valore aggiunto, al contrario di quanto fatto nel primo tempo a Bologna. Non dobbiamo permettere loro di creare vantaggi dall’uno contro uno e dai loro pick and roll. In attacco dobbiamo migliorare il numero dei passaggi per mandare in difficoltà i nostri avversari ed attaccare con grande esecuzione”.  In casa Montepaschi, invece, c’è da spezzare la lunga ed inusuale striscia di sei sconfitte consecutive in trasferta. Per centrare la vittoria in terra irpina Bobby Brown e compagni dovranno recuperare energie fisiche e mentali dopo la probante e sfortunata prova contro l’armata Barcelona, che ha reso ancora più complicata la qualificazione al turno successivo di Eurolega , prima dell’ultimo turno delle Top 16 la settimana prossima in Spagna contro il Caja Laboral. Tra gli uomini di coach Luca Banchi come accade da diverse settimane ci sarà da fare i conti con i problemi in infermeria. Da valutare saranno le condizioni fisiche di Ress, che contro il Barca ha stretto i denti, ma è stato impiegato per soli 15 minuti in campo, di Janning, che nella gara di Eurolega era nei 12 a referto, ma non è sceso in campo, e di Hackett, che ha seguito in borghese dalla panchina il fallito assalto alla formazione iberica. Coach Banchi è conscio delle difficoltà della gara contro una Avellino in ottimo periodo di tempo, ma allo stesso tempo sa bene che i due punti sono fondamentali per la rincorsa alla quarta posizione in graduatoria: “Affrontiamo un ciclo molto impegnativo di tre trasferte consecutive cominciando con Avellino, contro una delle formazioni più in forma del campionato. I recenti interventi di mercato ed una ritrovata identità di gioco hanno prodotto nella Sidigas un striscia di cinque vittorie consecutive, interrotte dalla gara di Bologna, ed una qualità di gioco tale da permettergli di competere contro ogni avversario. Il grande talento realizzativo dei loro esterni e la versatilità dei giocatori interni renderanno il nostro piano difensivo particolarmente complesso e solo una prestazione di alto profilo tecnico ed agonistico potrà consentirci di uscire dal PalaDelMauro con un successo grazie al quale consolidare la nostra attuale posizione di classifica”.