Avellino rompe al supplementare l’equilibrio con Varese

marques green, thomas adonis, avellino 2016-11-01

La OpenjobMetis Varese si arrende dopo un tempo supplementare alla Sidigas Avellino. Partita combattuta per tutti e 45 i minuti, con l’equilibrio spezzato solo nel finale da una tripla di Green. Sacripanti pensava di avere già la vittoria in pugno al termine dei tempi regolamentari, ma ancora una volta (come contro Brindisi) Kangur ha realizzato il canestro della parità. Ragland e compagni sono stati bravi a rimanere concentrati e strappare comunque la vittoria sul campo degli avversari. Buona la gara disputata dagli uomini di Moretti, in grado di sopperire all’assenza di Anosike grazie all’ottimo lavoro di Pelle.

CRONACA

Partenza lenta di entrambe le squadre, che preferiscono tenere bassi i ritmi e sfruttare tutti e 24 i secondi, di conseguenza il punteggio resta basso dopo i primi 5 minuti (6-8 il parziale). Con il passare delle azioni Varese aumenta la velocità di gioco e si prende il primo vantaggio, chiudendo 19-16 la prima frazione. Nel secondo quarto c’è grande equilibrio, con buone giocate alternate a gravi errori da tutte e due le parti. L’attacco di Varese si affida spesso a Eyenga, mentre quello di Avellino parte sempre dalle mani di Ragland, nessuno dei due riesce però a fare la differenza e all’intervallo il punteggio è 35-36. Nella ripresa prosegue inalterato l’equilibrio, nonostante Moretti provi la carta della zona. Sacripanti invece chiede a Fesenko di far valere il suo fisico, ma Pelle (12+13 rimbalzi) è bravo a rispondergli da entrambi i lati del campo. Il parziale del terzo quarto è di 18-17 e si arriva quindi agli ultimi 10 minuti in perfetta parità. La gara non cambia il suo volto e anche nell’ultima frazione le squadre continuano a lottare e rimanere punto a punto (63-63 a 2′ dalla fine). A questo punto Avellino mette la testa avanti grazie alla tripla di Thomas, Eyenga risponde in tap-in e Leunen fa 1/2 dalla lunetta. Sul +2 per gli ospiti Maynor sbaglia il canestro della parità, ma Green non chiude la gara facendo 1/2 ai liberi.

Maynor rischia di perdere l’ultimo pallone senza che Avellino commetta fallo, la palla carambola nelle mani di Eyenga che la passa a Kangur: ancora una volta l’estone si fa trovare pronto e segna la tripla del 68-68. La Sidigas spreca poi l’ultima opportunità di vincere nei tempi regolamentari con Fesenko, è supplementare.

Nei 5 minuti extra la Scandone continua a cercare Fesenko vicino a canestro, mentre per la OpenjobMetis è Eyenga a prendersi le maggiori responsabilità. A 2′ dalla fine, sul 73-74, Kangur commette il suo quinto fallo in attacco ed è costretto a uscire dal campo. Eyenga realizza altri 2 liberi, ma Green ridà il vantaggio ai suoi con il canestro dalla lunga distanza (75-77). All’ultimo possesso Eyenga sbaglia la conclusione che sarebbe valsa la parità e questa volta Green fa 2/2 dalla lunetta. Maynor segna sulla sirena fissando sul 77-79 il punteggio finale.

MVP BasketItaly.it: Marques Green & Adonis Thomas, difficile scegliere un vero e proprio MVP della gara, perciò scegliamo Green per i canestri decisivi nel finale e Thomas per la presenza nel corso di tutta la gara. 12 punti e 25 di valutazione per il primo, 16 punti e 5 rimbalzi per il secondo.

TABELLINO

OpenjobMetis Varese – Sidigas Avellino 77-79 (19-16, 16-20, 18-17, 15-15, 9-11 ; 19-16, 35-36, 53-53, 68-68, 77-79)

OpenjobMetis Varese: Maynor 15, Avramovic 8, Pelle 12, Bulleri 0, De Vita ne, Cavaliero 9, Campani 2, Kangur 7, Canavesi ne, Ferrero 2, Eyenga 20, Johnson 2. All. Moretti

Sidigas Avellino: Zerini 3, Ragland 14, Green 13, Esposito ne, Leunen 9, Cusin 3, Severini ne, Randolph 5, Obasohan 3, Fesenko 13, Thomas 16, Parlato ne. All. Sacripanti

20 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *