A Sassari va in scena la sfida tra la Dinamo e l’Olimpia che cerca la prima vittoria pesante in trasferta!

daniel hackett, milano

Match di cartello della prossima giornata di campionato, Sassari-Milano è una partita che promette grande spettacolo.
Solo due punti di distanza in classifica tra le due squadre, ogni sfida ormai è importante per lo schieramento( e la qualificazione) alle Final 8.

Quattordici precedenti tra le due squadre con Milano che conduce per 11-3, ma il dato particolare è che sul campo di casa Sassari non ha mai vinto, infatti l’Olimpia conduce per 7-0. Tuttavia la Dinamo è la squadra più vincente del 2013 e Drake Diener è il miglior marcatore dell’anno!
Sassari ha ritrovato la vittoria dopo una doppia battuta d’arresto con Roma e Siena, mentre Milano arriva dalle vittorie con Cremona e Avellino, ma anche dalla brutta sconfitta ad Atene all’esordio nelle top16, rendendo quindi molto importante ritrovare subito continuità, proseguendo la scalata in campionato. Due su tutti gli ex di giornata: Vanuzzo, che giocò due anni a Milano dal 2002 al 2004, e il folletto Green che giocò in biancorosso proprio la scorsa stagione, arrivato a metà campionato; la connessione però si allarga con Juan Fernandez che fu tesserato e mai utilizzato da Milano (anche se pare imminente la sua cessione nel campionato argentino), Giacomo Devecchi invece è un prodotto delle giovanili Olimpia e fu allenato dall’attuale assistente allenatore Fioretti, mentre CJ Wallace conosce bene Meo Sacchetti, che lo allenò a Capo D’Orlando insieme a Drake Diener che poi finì a Siena dove l’assistente allenatore era Luca Banchi.
Sassari è 9-4 in campionato e in casa ha perso solo contro Siena (non giocò però Daniel Hackett), ha superato brillantemente il turno di Eurocup e ha in Drake Diener il giocatore più incisivo con i suoi 18 punti di media e un clamoroso 51% dalla lunga distanza. In doppia cifra anche Caleb Green e Omar Thomas, rispettivamente con 15 e 12 punti. Punto di forza di Sassari è sicuramente il tiro dall’arco con un 39% di media ma con realizzatori affidabilissimi quali i due Diener, Marques Green e Vanuzzo. Travis Diener ha avuto qualche problema fisico e anche ieri non ha svolto l’allenamento completo per via di un dolore al piede infortunatosi nella gara con Reggio Emilia, ma gli assist non li ha fatti mancare M.Green che viaggia a 4 di media.
Milano invece ha appena ritrovato Moss e Samuels, con l’ultimo che però appare lontano dalla forma perfetta, un po come Gigli e Wallace anche se il primo ha fatto vedere segni di miglioramento contro Avellino. Sotto canestro agirà Lawal che l’anno scorso con Roma diede spettacolo con le sue schiacciate proprio contro Sassari, mentre ci si aspetta continuità da Melli che arriva da due eccellenti prove in campionato, e anche da Gentile che sembra vivere un buon momento. Importantissimo sarà l’apporto di Daniel Hackett che dopo essersi inserito in punta di piedi (pochi punti tanti assist) dovrà fornire un contributo significativo, soprattutto in difesa di Diener e Green facendo dimenticare il passaggio a vuoto in Eurolega. Fondamentale per Milano sarà arginare il gioco in velocità di Sassari e attaccare bene nell’uno contro uno, sfruttando fisicità e panchina; fondamentale la difesa sul perimetro dove l’Olimpia non è stata eccellente in diverse occasioni, una su tutte il derby con Cantù. Far entrare in ritmo al tiro Sassari potrebbe risultare fatale.
Meo Sacchetti giudica Milano la squadra più forte del campionato, e alla domanda se questa partita potrebbe essere un’anteprima di qualcosa di più importante risponde con un eloquente “dove devo firmare?”. Banchi invece parla di difficilissima trasferta dagli alti contenuti tecnici e che risulterà fondamentale arginare quello che probabilmente è il miglior attacco del campionato.
Palla a due alle 20.30 con diretta su Raisport, arbitrano i signori Paternicò, Caiazza e Quarta.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *