Home Serie A A Pieve di Soligo la Reyer Venezia supera la De’ Longhi Treviso 89-75

A Pieve di Soligo la Reyer Venezia supera la De’ Longhi Treviso 89-75

0

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi, scarpe e spazio al chiuso

De’ Longhi Treviso Basket – Umana Reyer Venezia 75-89

Parziali: 18-21; 34-42; 56-66

De’ Longhi: Logan 19, Alviti 6, Parks 19, Imbrò 6, Slezas, Chillo 10, Uglietti 8, Severini, Bartoli, Bettiol ne, Piccin, Cooke III 7. All. Menetti.
Umana Reyer: Berdini, Udanoh 8, Stone 10, Bramos, Tonut 18, Daye 15, De Nicolao 5, Chappell 15, Vidmar 6, Pellegrino, Cerella, Watt 12. All. De Raffaele.

Si alza il livello di agonismo e intensità delle amichevoli precampionato e l’Umana Reyer continua la crescita. Nell’anticipo della prossima Serie A a Pieve di Soligo, gli orogranata si aggiudicano il derby con la De Longhi Treviso per 75-89.
Assente anche Casarin (piccola lesione muscolare) oltre a Mazzola e Filloy, la novità in quintetto è Udanoh per Daye. Il match è equilibrato, con Treviso che parte leggermente meglio (7-4 al 3’, 10-6 al 4’30”), ma l’Umana Reyer resta a contatto e, appena riesce a sciogliere un po’ i muscoli dai carichi della preparazione, rientra pienamente in partita, con un parziale di 0-6 che la riporta avanti (17-19 all’8’30”), per poi chiudere il primo quarto sul 18-21. Gli orogranata continuano a difendere forte e costruiscono buoni tiri con la rapidità nella circolazione di palla, così prendono prima cinque (18-23) e poi sei (24-30 al 13’30”) punti di vantaggio. Treviso prova a riavvicinarsi (29-32), ma l’Umana Reyer rimette subito le mani sull’inerzia: 29-38 al 17’30” e poi 34-42 all’intervallo lungo.
Le squadre rientrano in campo con grande intensità e precisione al tiro. L’Umana Reyer tocca il +10 (37-47) al 21’, poi Treviso prova a ricucire con le triple, arrivando sul 54-55 al 24’30”. Progressivamente gli orogranata riprendono il controllo della partita, allargando via via il margine fino al 56-66 dell’ultimo intervallo. La partita è virtualmente già incanalata dopo 1’ dell’ultimo quarto (56-70), con Treviso che ormai può solo provare a limitare il passivo. Ma l’Umana Reyer non molla di un centimetro e anzi arriva anche a +16 (68-84) al 36’30”, chiudendo poi con la vittoria per 75-89.

Ufficio Stampa Reyer Venezia