Poli opposti: il preview della sfida fra Venezia e Sassari

Gara dalle mille sfaccettature quella che si giocherà al Taliercio, con due squadre che scenderanno sul parquet, in una condizione psicofisica diametralmente opposta.
Dinamo e Reyer sono alla seconda sfida stagionale dopo l’antipasto della SuperCoppa, Sassari ha appena interrotto una striscia positiva di 7 vittorie, mentre la Reyer non trova il sorriso da 6 gare consecutive; il doppio impegno europeo e una serie di infortuni ha caratterizzato il cammino stagionale di entrambe le contendenti, ma mentre la Dinamo dopo le dimissioni respinte di Pasquini, ha inanellato una serie di risultati utili consecutivi e una sempre miglior condizione, i padroni di casa, sono tormentati da una condizione fisica e mentale che non trova rimedi, vedi per ora buco nell’acqua nel mercato e una gestione delle partite sempre più negativa, soprattutto nelle seconde parti.
Come arriva Venezia:
Detto della mancanza di fiducia nell’ambiente, non si può non sottolineare la condizione di salute deficitaria della Reyer, problemi per Bramos che si cercherà di recuperare prima della palla a due, gli fanno eco Jenkins, Cerella e Tonut, piccoli problemi muscolari e articolari per tutti, che ne hanno condizionato l’avvicinamento alla gara e la conseguente possibilità di scendere in campo. Orelik è rientrato solo oggi dalla Lituania, dove ha avuto necessità di recarsi per dei problemi familiari, mentre nelle ultime gare Green e DeNicolao sono stati ai margini delle rotazioni per scelta tecnica. Insomma la situazione per DeRaffaele è complicata e di fatto, solo una vittoria, può rilanciare la fiducia di una piazza che per mille vicissitudini, per ora non riesce ad onorare al meglio lo scudetto cucito sulla maglia.

Come arriva Sassari:
La squadra di Pasquini, si presenta al Taliercio in un buon momento di forma; la sconfitta in Germania in Champions non cancella una striscia positiva di 7 vittorie fra campionato e coppa, che ha rilanciato in maniera importante le ambizioni della squadra Sarda. Stipcevic è rientrato completamente nelle rotazioni e qualche giorno in più di stacco fra una gara e l’altra, hanno permesso allo staff tecnico di lavorare meglio per il recupero della sua condizione. Dal punto di vista fisico Sassari ha tutti gli effettivi a disposizione e ha avuto modo di sfruttare i giorni a disposizione a casa, per fare visita al reparto pediatrico dell’ospedale di Sassari per la consegna dei peluche raccolti durante il Teddy Bear Toss avvenuto durante l’ultima gara.

Le chiavi:
La tradizione del Taliercio racconta di una Sassari imbattuta in laguna, da quando le due squadre si sfidano in Serie A; non una bella statistica per i padroni di casa, che devono fare un passo in avanti dal punto di vista mentale in difesa, se vogliono bloccare la striscia negativa che contraddistingue il cammino degli oro granata nelle ultime partite.
Sforzo che deve caratterizzare soprattutto gli esterni a disposizione di DeRaffaele, dato l’ottimo momento di forma di Hatcher e Bamforth, sono loro nelle file della Dinamo, i veri catalizzatori del gioco, la loro capacità di attaccare il canestro e il conseguente risultato di attirare i raddoppi, permette a Sassari di costruire una serie di tiri aperti dalla media e lunga distanza, che spesso condiziona gli avvii delle gare.
La gara si può sviluppare e tanto nel gioco spalle a canestro, Sassari lo ricerca soprattutto con i centri, Planinic su tutti e a volte con Pierre, ma proprio da questo punto di vista Peric potrebbe far pendere l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa; come già detto, avranno un ruolo fondamentale le conclusioni dalla lunga distanza, Venezia e Sassari sono rispettivamente prima e seconda nella classifica per percentuali dai 6.75, con la Reyer prima anche nel numero di tiri tentati; un dato da non sottovalutare visto il ricorso alla zona che condiziona spesso le due formazioni, le percentuali sul tiro da tre, potrebbero indirizzare l’inerzia della gara a favore di una o dell’altra squadra.
Gara in diretta tv su Eurosport2 e diretta streaming su EurosportPlayer, con palla a due fissato alle 18:00 di Martedì 26 Dicembre, la partita sarà diretta dai signori LoGuzzo, Bartoli e Boninsegna

7 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *