Tre bombe di Denmon nel finale abbattono Pistoia. Brindisi vince in volata contro una brutta Giorgio Tesi Group

Marcus Denmon Brindisi

L’Enel Brindisi espugna il parquet del PalaCarrara di Pistoia grazie ad una prova caparbia e alla serata in vena di Jacob Pullen, coadiuvato da Denmon nell’ultimo minuto di gara. Pistoia può recriminare sui tanti errori al tiro e sulle 14 palle perse, ben 10 nei primi due quarti.

Non è bastata ai toscani la buona prova di Gilbert Brown, 21 punti e 7 rimbalzi, con i compagni di squadra che raramente sono riusciti a supportare l’ala biancorossa; prestazioni sottotono di Milbourne, Johnson e soprattutto CJ Williams, mentre per Cinciarini un solo punto a referto.

Brindisi ha avuto il merito di non lasciar scappare Pistoia nel primo quarto e mantenere la partita a punteggio decisamente basso, grazie ad una difesa dura e molto fisica. Soprattutto nel secondo quarto ha concesso un solo canestro dal campo ai padroni di casa, chiudendo il match con 3 bombe di Denmon negli ultimi 2 minuti di gioco.

Moretti parte con il quintetto tutto Usa, cosi come Bucchi che schiera Pullen, Turner, James, Denmon e Mays. Inizio scoppiettante di partita e dopo 25 secondi il pubblico ha già ammirato un alley-oop di Johnson ed una bomba di Pullen, ma sono i biancorossi a piazzare un parziale di 11-0, allungando sul 13-3 dopo 4 minuti e costringendo Bucchi al time out. Pistoia sale anche al massimo vantaggio di 11 punti, ma Brindisi si costruisce un controparziale di 10-0, avvicinandosi sul 18-17 a 34 secondi dal termine, grazie a 8 punti di Pullen.

Molti errori nel secondo periodo da parte di entrambe le formazioni, con gli uomini di Bucchi che impattano sul 26-26, a 3’28” dalla fine, grazie ad una bomba ancora di uno scatenato Pullen. Harper regala il primo vantaggio agli ospiti quando mancano 3 minuti, ma Pistoia riesce a chiudere avanti, nonostante segni un solo canestro dal campo grazie ad tap-in di Williams.

Denmon risponde a Williams da 3 punti, con Brindisi che torna avanti grazie ad un gioco da 3 punti di Mays, sul punteggio di 39-41 dopo 4 minuti. Gli ospiti salgono al massimo vantaggio di 6 punti a metà periodo e ci vuole uno schiaccione di Milbourne a ridare fiducia ai biancorossi, che si avvicinano sul 45-47 ad 1’41” dal termine. Una bomba di Elston Turner permmete agli ospiti di chiudere il periodo avanti di 5 lunghezze.

L’ultimo periodo si apre con uno scatenato Bulleri che piazza due bombe, portando Brindisi sul +8, ma dall’altra parte rispondono Filloy e Williams, ancora dalla lunga distanza. Ci pensa Langston Hall, sempre con una conclusione da 3 punti, ad impattare sul 58-58 dopo 3 minuti di gioco. Brindisi si affida ad un positivo Mays, riportadosi avanti di 6 e chiudendo definitivamente i giochi con Denmon, che piazza 3 bombe negli ultimi 2 minuti di gioco, mettendo il sigillo alla partita e condannando Pistoia alla terza sconfitta casalinga della stagione.

MVP: Jacob Pullen. 32 minuti in campo, 26 punti 7/14 al tiro, 9/9 ai liberi, 4 rimbalzi, 7 falli subiti, 4 assist e 32 di valutazione.

Giorgio Tesi Group – Enel Brindisi 70-83 (21-17 /32-30 / 47-52)

Giorgio Tesi Group Pistoia: Cinciarini (1), Filloy (7), Williams (15), Hall (8), Milbourne (11), Severini ne, Magro (0), Mastellari ne, Johnson (7), Brown (21). All. Paolo Moretti

Enel Brindisi: Pullen (26), Harper (6), James (4), Bulleri (6), Cournooh (0), Altavilla ne, Denmon (24), Zerini (1), Turner (3), Mays (13). All. Piero Bucchi

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *