Brindisi-Cantù posticipo tanto incerottato quanto imprevedibile

prebrindisi-cantu20161121

Questa sera al PalaPentassuglia ore 20.45 l’Enel Basket Brindisi ospita la Red October Cantù. I lombardi sono chiamati a una reazione decisa dopo la terza sconfitta consecutiva e il penultimo posto in classifica. Dall’altra parte ci sarà una Brindisi che domenica ha perso con Brescia e che davanti al suo pubblico vorrà continuare il buon cammino intrapreso finora, per restare in zona playoff. La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 2.

QUI BRINDISI. Molte defezioni nelle fila di Brindisi, Coach Meo Sacchetti, nella conferenza stampa pre-match ha parlato proprio del tema infortuni: “Durand Scott si è fermato ieri durante l’allenamento pomeridiano per una distorsione alla caviglia. Oggi zoppicava, per cui a meno di guarigioni dell’ultima ora difficilmente sarà della partita. Phil Goss ha avuto un problema alla schiena e solo oggi riprenderà ad allenarsi. Nic Moore invece ha effettuato tutte le sessioni giornaliere regolarmente”. Nonostante una situazione non proprio rosea, il coach di Brindisi ha dichiarato che si aspetta dai suoi giocatori che tirino fuori qualcosa in più e ogni giocatore dimostri il proprio valore. Poche le parole espresse sugli avversari, perché la maggior parte delle considerazioni sono sui miglioramenti che il tecnico vorrebbe dai suoi ragazzi: “Loro hanno giocatori importanti anche se non stanno giocando al meglio, ma sono abituato a guardare in casa mia preoccupandomi delle nostre lacune. Contro Brescia abbiamo letto male alcune situazioni, dobbiamo riuscire a trovare soluzioni opportune nei momenti topici del match senza prestare il fianco all’avversario. La chiave è essere meno arruffoni e più incisivi”.

QUI CANTU’. Anche coach Rimas Kurtinaitis, come coach Sacchetti, ha lamentato i continui problemi fisici della sua squadra e quindi l’impossibilità di allenarsi con l’intensità giusta in settimana, nonostante il tempo ci sia, vista l’assenza della compagine canturina nelle coppe europee. Sulla partita odierna si è espresso così: “Abbiamo fatto il massimo per prepararci alla gara di lunedì, domani avremo un altro allenamento e poi vedremo. Chiaro che non è facile dire se vinceremo o perderemo a causa dei nostri problemi di infortuni, del fatto che finora in trasferta non abbiamo giocato bene e che arriviamo da una sconfitta in casa dolorosa.  Sono comunque convinto che abbiamo le qualità per disputare una buona prestazione a Brindisi e per cercare di cogliere il primo successo in trasferta. Ci serve sicuramente un maggior controllo del gioco e dobbiamo limitare il numero di palle perse. Sono sicuro però che la mia squadra abbia delle opportunità di vincere e che i miei giocatori daranno il massimo per raggiungere questo traguardo. In settimana abbiamo preparato delle varianti tattiche sia in difesa sia in attacco per il match di lunedì, come facciamo contro ogni avversario.” Sugli avversari invece sono queste le parole di coach Kurtinaitis : “E’ una buona squadra, veloce, che corre molto e che conta su ottime individualità. Non voglio parlare di qualità del gioco altrui perché devo pensare ai nostri problemi e perché poi nel basket i risultati dipendono anche dalle percentuali di tiro e dagli errori commessi. Senza dubbio però affrontiamo una buona formazione. I pugliesi hanno perso in casa l’ultima gara contro Brescia e che quindi vorranno riscattarsi davanti ai propri tifosi e per questo giocheranno con il doppio dell’energia.”

La chiave della partita. Brindisi provoca 17.9 palle perse e concede solo 4.1 recuperi agli avversari ed è prima in campionato nelle due classifiche, mantenendosi su questi standard può indirizzare la partita sul giusto binario. La chiave per Cantù, invece, sarà giocare con la giusta intensità e limitare M’Baye, uno dei migliori giocatori di Brindisi e che ha sempre grande impatto offensivo.

 

 

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *