Varese – Avellino, l’ora del riscatto per i biancorossi contro la voglia di rimanere nelle zone alte dei biancoverdi

pre2varese-avellino20161106

Alle ore 18.15 al PALA2A di Masnago per la sesta giornata del campionato di Serie A 2016/2017 andrà in scena la sfida tra la Openjobmetis Varese e la Sidigas Avellino. La partita di odierna sarà la numero 31 tra le due formazioni e i biancorossi sono in svantaggio per 12 vittorie a 18 (7 successi casalinghi per Varese su 15 partite e 5 in trasferta su 15). L’ultimo successo interno della Openjobmetis contro i campani risale alla stagione 2013/2014: 85-68 . I biancorossi avevano trovato il successo tra le mura amiche anche nei due scontri precedenti: 91-83 nel 2012/2013 con 18 punti di Dunston e 94-78 nel 2011/2012 con 24 punti di Diawara. Gli ultimi due incontri a Masnago hanno visto prevalere i biancoverdi  81-93 nella passata stagione , 66-73 nel 2014/2015. La partita sarà trasmessa in diretta su Ottochannel.

Qui VARESE. A disposizione di coach Moretti anche Eric Maynor che era rimasto a riposo precauzionale dopo la partita di Basketball Champions League contro il PAOK Salonicco.
Oderah Anosike ha svolto lavoro differenziato dopo essere stato sottoposto nei giorni scorsi alle visite dello specialista ortopedico e dell’osteopata. Le sue condizioni verranno valutate nuovamente fino all’ultimo con l’obiettivo di recuperarlo per la gara contro la Sidigas. Coach Moretti ha parlato così della sfida: Avellino è una nuova grande, nel senso che è in questo preciso periodo storico che si è consolidata ad alti livelli con una buona continuità di risultati. Hanno giocatori esperti che conoscono molto bene il basket europeo e italiano. Anche il nucleo italiano è di esperienza. I due centri sono di livello internazionale e hanno anche molto atletismo nei ruoli di guardia e di ala piccola”. Sul difficile momento della squadra sia in Italia sia in Europa si è espresso così: “Arriveranno altre sconfitte, certo, ma non può essere accettato che non ci siano reazioni o che si verifichino prestazioni prive di orgoglio e di carattere. Bisogna sempre lottare e sputare sangue e, se non dovesse accadere, sarà una responsabilità di tutti: mia e dei giocatori. Spero vivamente che quelli di Klaipeda e Pistoia siano stati due episodi figli di eventi straordinari”.

Qui AVELLINO. La squadra torna al completo  per i campani, Joe Ragland sta rientrando dagli Stati Uniti mentre Obasohan ha ripreso nei giorni scorsi ad allenarsi con la squadra. Coach Sacripanti ha detto la sua sia sugli avversari sia sulle condizioni della squadra: “Andiamo in un campo chiaramente sempre molto difficile perché la passione dei tifosi varesini è altissima e va al di là del momento positivo o negativo che sta vivendo la squadra. In campionato, ha dimostrato di saper sfruttare al meglio il fattore campo e questo è un aspetto che va molto a loro vantaggio. E’ una squadra formata da ragazzi giovani dotati di grande atletismo, giocatori che stanno crescendo, come d esempio Campani, ma anche veterani di molta esperienza. E’ una squadra che sta crescendo e sta cercando il giusto equilibrio, può capitare un momento negativo. Noi recupereremo sia Ragland che Retin il quale fortunatamente non ha riscontrato nessun infortunio. Oggi riprenderà gli allenamenti anche se c’è da segnalare che la presa sulla palla è ancora debole ma speriamo di recuperarlo appieno al più presto. Ottenere questi due punti sarebbe importante per rimanere incollati a Milano e mettere un passo in avanti per centrare le final eight, mio primo obiettivo. Quest’anno il campionato sta mostrando che Milano sta dominando anche se penso che il livello qualitativo dei giocatori singoli si sia elevato. Chi è più bravo a trovare la chimica giusta nel metterli insieme può andare avanti bene. Varese è una squadra che ha sicuramente le carte per far bene in campionato.”

La chiave della partita. La fisicità di Varese, la bravura nei rimbalzi dove, quando gioca in casa, è prima in tutte le classifiche, con 16 offensivi di media, 33.5 difensivi, 49.5 totali, possono fare la differenza. Dall’altra parte invece i campani vogliono rimanere incollati a Milano e con i recuperi di Ragland e Retin cercheranno di espugnare il PALA2A. Da segnalare anche  che con la partita delle 18,15 Marques Green raggiunge quota 150 presenze con la maglia di Avellino.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *